due chiacchiere

La compagnia dei celestini

Sotto l’albero di Natale, insieme agli altri regali, ho trovato questo libro, scritto da Stefano Benni. Al contrario di quanto mi ero riproposto di fare nell’elenco dei buoni propositi, non riesco a leggere di più, quindi procedo un po’ a rilento. Ma essendo arrivato circa a metà del libro, posso già dare qualche impressione sulla trama e sull’autore. Per quest’ultimo, sicuramente si può dire che riesce ad usare con abile maestria, tutte le parole del vocabolario italiano. Non solo, lui con le parole ci gioca, le storpia, le riadatta, le gira e rigira come meglio crede. Il risultato è un simpatico miscuglio di frasi, che accelerano o rallentano il ritmo della storia stessa.

(da IBS.it) La trama è incentrata su un’oscura e crudele profezia che appare sui muri, scritta da una mano invisibile, che incombe sulla ricca e corrotta terra di Gladonia. Anno 1990 e rotti: Memorino, Lucifero a Alì, gli spiriti più ribelli dell’orfanotrofio dei Celestini, fuggono per poter rappresentare Gladonia al Campionato Mondiale di Pallastrada, organizzato dal Grande Bastardo in persona, protettore degli orfani di tutto il mondo. Al loro inseguimento si lanciano Don Biffero, il priore Zopilote dal segreto diabolico, e Don Bracco, il segugio di orfani, nonché il celebre e cinico giornalista Fimicoli con il fedele scudiero-fotogarfo Rosalino.

Nella fuga e nell’inseguimento si incontrano, si perdono e si ritrovano personaggi strordinari, i nove pittori pazzi Pelicorti, la bionda e misteriosa Celeste, i magici gemelli campioni da pallastrada, il re dei famburger Barbablù, il meccanico Finezza, il professor Eraclitus, l’Egoarca Mussolardi, l’uomo più ricco e fetente di Gladonia, e le numerose squadre di pallastrada provenienti da tutto il mondo, leoni africani, sciamamni, pivetes e volpette lapponi. Ma dopo l’ultimo scontro tra Celesti e Diavoli la profezia del palazzo…

Commenti

  1. Trapanator ha detto:

    Bello 🙂 come hai fatto a mettere la foto accanto all’articolo?

  2. camu ha detto:

    Semplice: l’editor visuale di WordPress consente di inserire le immagini in mezzo all’articolo; mi è bastato poi “ridefinire” il comportamento del tag IMG nel CSS per dirgli dove posizionare la piccola immagine che inserisco 🙂

  3. Trapanator ha detto:

    Inserire le immagini in mezzo? Cioè con un drag and drop? 😀

  4. camu ha detto:

    Non so se si può fare il drag and drop, io prima carico le immagini sul server e poi inserisco il collegamento con il tag IMG…

  5. Red ha detto:

    ciao… appena arrivata e non immaginerai neanche da dove… lunga storia… l’importante è che ora ci sono…

    un libro di Benni ke nn ti devi perdere e’ MARGHERITA DOLCEVITA… è il mio ritratto in tutto e per tutto… te lo consiglio davvero dal profondo del cuore…

    tribal

  6. camu ha detto:

    ciao a te, in effetti mi metti curiosità dicendo che non potrei neppure immaginare da dove arrivi 🙂 riguardo al libro che mi consigli, appena finisco di leggere quello che ho attualmente tra le mani, prenderò il tuo. una curiosità: ci conosciamo?

Lascia un commento