due chiacchiere

La zuppa di piselli con il maiale del cenone

Non si finisce mai d’imparare tutte le usanze e le tradizioni di una Nazione, anche dopo anni che ci abiti. Ad esempio, ho appena scoperto una ricetta che molti preparano dopo il Giorno del Ringraziamento, per “riciclare” gli avanzi del cenone della sera prima. Sono certo che anche in Italia si faccia lo stesso, dopo Natale e Capodanno, specialmente in questi tempi di crisi in cui meno si butta e meglio è per tutti. La ricetta è una zuppa di piselli “insaporita” con i resti del tacchino o del cosciotto di maiale al forno, opportunamente disossati e sbriciolati in gustosi bocconcini. Anche alcune ossa possono essere aggiunte, per dare ancora più sapore. Occhio a toglierle prima di servire la minestra ai commensali, comunque. La versione che ti propongo è quella classica americana.

Ingredienti per 6 persone

500 grammi di piselli secchi, 1 cipolla grande, 2 gambi di sedano, 2 carote, 1 spicchio d’aglio, aromi misti (alloro, timo, prezzemolo, spezie a piacere), 2 stinchi di maiale, sale e pepe. Opzionale: crostini di pane strofinati all’aglio o cubetti di pane speziati.

Tempi e strumenti

La preparazione è facile, ma richiede tempo e pazienza. La cottura dura poco più di un’ora. Tieni a portata di mano una padella, un cucchiaio di legno, una pentola alta dove far bollire la zuppa, un coltello ed un frullatore ad immersione o passaverdure.

Per fare i cubetti di pane speziati, prendi tre fette di pane raffermo (diciamo vecchio di un giorno) e tagliale a cubetti larghi un paio di centimetri. Mettili in forno a 100 gradi per dieci minuti. Sciogli una noce di burro in padella ed aggiungi il pane, un pizzico di sale ed un po’ di aneto. Fai dorare per qualche minuto, girando col cucchiaio di legno.

I piselli secchi vanno puliti per bene, non di rado da piccolo mi capitava di ritrovarmi qualche sassolino in bocca. Lavali accuratamente e mettili in pentola assieme alle verdure tritate grossolanamente (in America dicono chopped), gli aromi misti, gli stinchi di maiale e circa un litro e mezzo d’acqua. Fai bollire a fuoco medio, avendo cura di rimuovere la schiuma che man mano si formerà in superficie nei primi minuti. Copri e continua la cottura a fuoco lento per circa un’ora (dipende da quanto sono testardi i piselli secchi eheh), girando di tanto in tanto col cucchiaio di legno per evitare che i piselli s’attacchino al fondo della pentola.

Rimuovi gli stinchi, lasciando raffreddare per qualche minuto. Col frullatore ad immersione direttamente nella pentola, frulla il tutto per ottenere una purea uniforme e senza grumi. Se hai un frullatore normale, il contenitore dovrà essere pieno solo fino a metà, quindi potresti dover passare le verdure in più mandate. Per una vellutata di verdure, passa la purea per il colino, in modo da rimuovere eventuali grumi rimasti. Disossa gli stinchi, incorporando la carne a bocconcini nella passata di verdure. Aggiusta di sale e pepe e servi la zuppa ancora tiepida con i crostini di pane a lato.

Commenti

  1. Redemption ha detto:

    Mai mangiata al cenone.. ma mi sa di buono!

Lascia un commento