due chiacchiere

Le due campane di Tophost

Ora che le acque si sono calmate, dopo l’infuocata diatriba estiva accesasi intorno al provider Tophost (se non ne eri al corrente, non ti sei perso nulla di fondamentale per la tua esistenza, te l’assicuro), vorrei pubblicare (in forma anonima, dietro richiesta dell’interessato) una delle email che ho ricevuto da un cliente di questo provider. Perché la storia va raccontata da entrambe le parti, e bisogna ascoltare entrambe le campane prima di farsi un’opinione. Almeno questo è ciò che dovrebbe fare un utente con un minimo di sale in zucca che s’accinge a comprare un nuovo dominio. Tophost è una delle poche aziende italiane che cerca di comportarsi con serietà e trasparenza. Ho avuto a che fare con altri provider come Seeoux, DnsHosting, Aruba e via dicendo, e finora Tophost mi sembra il più serio.

Certo, hanno avuto i loro problemi, ma se spendo 10 euro per comprarmi un’utilitaria, non posso poi pretendere il servizio assistenza e le prestazioni di una Ferrari 🙂 Per questo certe polemiche mi fanno solo ridere…

Ho letto solo ora la discussione sul blog di BigThink a proposito di Topost. Io ho acquistato dominio e spazio da Tophost circa due anni fa e sinceramente a parte la cosa del dominio senza www che spero risolvano, non ho mai avuto problemi. Ed io non ho un blog personale dove ci passano 4 gatti, ma un sito con tantissime visite. Né ho mai dovuto scrivere un ticket. Non sono molto informato di hosting, ma credo che Tohpost sia l’unico ad avere uno spazio pubblico dove le persone possono pubblicare sia apprezzamenti che critiche selvagge. Poi è ovvio che se arriva un tale che come prima frase usa parolacce e roba simile, fossi in loro non solo gli risponderei a tono ma lo andrei pure a menare. Esistono due tipi di rapporti col cliente rompipalle: o gli rispondi gentilmente prendendolo per il culo o lo mandi direttamente a quel paese senza perdere tempo. Poi sinceramente come hanno già scritto, per 10 euro all’anno che “puntini puntini” volete?

Commenti

  1. Emanuele ha detto:

    camu concordo ma non del tutto. Proprio la tua America insegna che il cliente va trattato sempre col sorriso. Rispondere a tono, abbassarsi ai livelli di maleducazione di qualcuno non serve a nulla se non a perdere in serietà e professionalità. Per il resto capisco e accetto che per 10 euro la gente non dovrebbe pretendere il mondo.
    Ciao,
    Emanuele

    1. camu ha detto:

      @Emanuele: hai ragione, ma non è possibile paragonare l’acidità dei clienti italiani al perbenismo di quelli americani. Qui un utente non arriverebbe mai a certe dimostrazioni. E poi, scusa, se modificano il tuo logo (scrivendoci “truffa” sopra), scrivono falsità, ed inveiscono come cani arrabbiati, l’azienda non ha diritto di difendersi?

  2. CyberAngel ha detto:

    Ancora con ste diatribe… ebbasta non se ne può più!! In fin della fiera tutti (o quasi) hanno provato Tophost per i prezzi, perché noi italiani siamo così. Puntiamo al risparmio, prima che alla qualità. Poi se qualcuno rompe ancora le scatole perché o è incompetente o pretende di più di quello che ha pagato, beh… sono solo affari suoi. Vero anche che non dev’essere facile gestire certi clienti, pronti a infangarsi semplicemente perché non sono capaci di installare uno script. Io direi che Aruba per tante cose è stata (e presumo lo sia ancora) peggio di TH.
    E con questo ho finito! 😀

    1. camu ha detto:

      @CyberAngel: ok, prometto che non parlerò più della diatriba estiva 😀 Hai ragione, dopo un po’ viene a noia…

  3. Caigo ha detto:

    Già…meglio lasciar perdere quell’ambientino di “permalosi”. Io ho pure passato mezzo guaio per aver detto “non” quello che pensavo ma semplicemente quello che era davanti agli occhi di tutti.
    Alla fine posso dire di essere anche fortunato. Il mio hosting costerà un po’ di più ma almeno non devo sorbirmi le beghe da soap opera in salsa web. 😉

  4. Andrea Moro ha detto:

    Per l’utente che cerca la risposta al dominio senza www, creati un record nella zona DNS mettendo nella descrizione la @ e avrai il tuo dominio raggiungibile anche senza www.

    Ciao

    1. CyberAngel ha detto:

      @Andrea Moro: Io ho inserito il seguente campo:
      Nome: @ Tipo: CNAME Valore: w-01.th.seeweb.it.

      Sicuro che funzioni?

      1. Andrea Moro ha detto:

        @CyberAngel: Io uso topHost solo per la registrazione del dominio. I siti poi ce li ho hostati al di fuori, su server un pò più affidabili. Ma credo che mettendo il valore sullo stesso del www che loro ti propongono funzioni lo stesso.
        Aspetta che il record si propaghi e poi fa la prova. In teoria dovresti già vedere i risultati ora.

        1. CyberAngel ha detto:

          @Andrea Moro: Ho i miei dubbi che funzioni, perché c’avevo già provato ma nisba.
          Comunque il record che ho aggiunto è corretto secondo te?
          Grazie.

        2. Andrea Moro ha detto:

          @CyberAngel: Secondo me si, e a me con server esterni funziona. Magari internamente non va. Non saprei.

        3. CyberAngel ha detto:

          @Andrea Moro: ok. Aspetterò e ti farò sapere.

        4. CyberAngel ha detto:

          @Andrea Moro: Ti riconfermo che il record che ho aggiunto non funziona e il sito senza www non funziona. Mi sa che proprio su Tophost, finché non lo attiveranno, dobbiamo scordarcelo.

        5. camu ha detto:

          @CyberAngel: m’ero perso questa discussione per qualche motivo, altrimenti te l’avrei già detto io, sorry. Il trucco della chiocciola non funziona, serve solo se vuoi reindirizzare tutti i sottodomini verso qualche altro server.

        6. Andrea moro ha detto:

          @CyberAngel: mi spiace

        7. CyberAngel ha detto:

          @Andrea moro: Peccato. grazie comunque 😉

  5. Andrea Pinti ha detto:

    Che qualcuno valuti anche netsons :D, io mi ci trovo più che bene.

    1. camu ha detto:

      @Andrea Pinti: si, ma non chiedono un banner per i siti ospitati? 🙂

      1. Andrea Pinti ha detto:

        @camu: Che intendi per i siti ospitati? Quelli ospitati aggratis :D? Ti posso dare la mia esperienza con 4 domini pagati 18€/anno, nessuno dei quali mi ha dato problemi.

        1. camu ha detto:

          @Andrea Pinti: si, mi riferivo a quelli gratuiti. Comunque sono già parecchi che parlano bene di Netsons. Se Tophost dovesse andare a gambe all’aria (e qui prendo le mie precauzioni scaramantiche del caso), verrò lì con voi…

  6. Anonimo ha detto:

    Sono l’anonimo autore dell’email in questione. Chiedo scusa per aver utilizzato quei toni e per gli orrori ortografici, di solito sono più tranquillo, ma certe diatribe sono davvero irrazionali. Non scrivo altro che è meglio (come direbbe puffo quattrocchi). 😀

    1. camu ha detto:

      @Anonimo: LOL, ma no, dai 🙂 Come faremmo senza di te?

  7. kartker ha detto:

    Dire che Tophost è serio??? ma che veramente? XD hanno perso i backup di una mole incredibile dei loro utenti cercando di far passare come vera la notizia che i backup non erano inclusi nei piani, ci sono pareri sfavoreli a bizzeffe contro di loro e soprattutto sono stati hackerati dalla stessa persone che li aveva avvertiti di falle nel loro sistema..ma per piacere!

  8. kartker ha detto:

    p.s io sono passato ad altro gestore. http://www.see4u.it è sempre una soluzione low cost ma che di low cost ha solo il prezzo, la qualità del servizio e dell’assistenza è eccellente.

  9. Andrea Pinti ha detto:

    @kartker: A parte la grafica del sito non sembra avere altro di low cost (3GB di banda mensile, ma dico, scherziamo?)

  10. kartker ha detto:

    10 sottodomini, 3 db, 1 gb spazio disco e tra l’altro 3 gb traffico/mese, non ho trovato di meglio…suggeriscimi qualcosa che magari mi apri la mente 🙂

    1. camu ha detto:

      @kartker: vabbè scusa, se tu sei contento con loro buon per te. Ma se io sono contento con Tophost, dovresti come minimo rispettare il mio punto di vista invece di venire qua e fare il sapientone che ha capito tutto della vita. Noi siamo dei poveri imbecilli che si ostinano ad usare quella “schifezza” (dalle tue parole) di servizio, non c’è motivo di fare il gradasso. Contento?

      PS: dall’orario in cui commenti devo intuire che sei un povero sfigato che non ha nulla di meglio da fare il sabato sera che trolleggiare in giro per la rete 🙂 Guarda che oltre il monitor esiste un intero mondo che attende di essere esplorato…

      PS2: se il tuo sito va molto meglio col tuo provider, com’è che non l’hai inserito nel tuo commento? Sarei contento di darci un’occhiata…

    2. Andrea Pinti ha detto:

      @kartker: Per la metà del prezzo su tophost ci prendi la metà dello spazio ma tutto il resto uguale. Con netsons spendi il 20% in meno e hai banda illimitata. Su site5 a 45 euro ci prendi spazio ILLIMITATO e banda ILLIMITATA (non come le cagate di Aruba però).
      Neanche a fare il confronto 🙂

      1. camu ha detto:

        @Andrea Pinti: assolutamente d’accordo, amico mio 🙂 Poi se capisco bene, questo provider che lui segnala fa parte del network Seeoux (che è quello promosso dal tizio che s’era lamentato contro Tophost, alla faccia dell’obiettività). Ecco perché questo commento mi puzza tanto di pubblicità occulta 😉 Secondo me Kartker è un dipendente di quell’azienda, o un cugino… eheh. Ora controllo gli IP 🙂

  11. kartker ha detto:

    ahhh scusami camu, forse mi sono espresso male facendoti travisare il senso del mio commento, non volevo attaccare niente e nessuno, solo che se pensiamo alla sicurezza dei dati, alla stabilità e sicurezza di un server e sito…ma poi scusa..”schifezza” chi l’ha detto? O.o’ oltre al fatto che non ho offeso nessuno ma riportato solo un mio parere.

    1. camu ha detto:

      @kartker: la tua frase iniziale è “dire che tophost è serio???” 🙂 Se questo non equivale ad affermare che sia una “schifezza”, allora cosa vuol dire nel tuo vocabolario?

  12. kartker ha detto:

    Ma come ti permetti di offendere? “povero sfigato”? che tipo…lascio questo blog che è meglio. Saluti

    1. camu ha detto:

      @kartker: il blog è mio e mi permetto di fare quello che mi piace qui, chiaro? 🙂 E gente come te è meglio perderla che trovarla… tanto non ci si può discutere. Anzi, ritieniti fortunato che già non t’ho cancellato il commento immediatamente 😉

  13. camu ha detto:

    Come sospettavo, Kartker scrive dai dintorni di Borgo Quinzio, nel Lazio, che guarda caso è nelle vicinanze di uno dei provider del network a cui appartiene quello a cui lui sta facendo pubblicità ahahahah Che tristezza…

    Non solo, ho appena scoperto che loro i server li tengono in Texas, Stati Uniti. Per lo meno Tophost i server li ha in Italia, e fino a che posso preferisco sostenere l’economia nazionale ed aziende che hanno il coraggio di investire nel territorio invece che mandare soldi a zio Obama 🙂 Poi visto il mio target di pubblico, che senso avrebbe ospitare i miei siti in America, questo me lo devi proprio spiegare!

  14. anonimo ha detto:

    Chissà perchè con tanti articoli sto miserabile di kartker è andato a pescare proprio questo qui. Sarà riconducibile a quello che è successo alcuni giorni fa? Uhm… probabile di sì… 😀
    Poi sti personaggi surreali scendono dalle nuvole riempendosi la bocca delle parole “assistenza” e “sicurezza” quando il Provider giustissimamente li prende a pesci in faccia. 🙂

    1. camu ha detto:

      @anonimo: perché, scusa, cos’è successo qualche giorno fa?

  15. anonimo ha detto:

    Qualche stupido individuo si è divertito col sito di Tophost.

    1. camu ha detto:

      @anonimo: peccato che in Italia certe bravate spesso rimangano impunite. Se lo facevano qui in America, minimo si facevano un mesetto di carcere 🙂

      1. anonimo ha detto:

        @camu: tempo fa in una chat c’era un tipo che dava problemi. Bannato tantissime volte, ma continuava a ricomparire. La disgrazia di quella chat. Ogni tanto apriva anche la webcam, ma senza mostrarsi. Rideva come un’idiota. Ad un certo punto lo chiama la madre: il pranzo è prontoooo!! Lui risponde: un attimo, ora arrivo! E la madre replica: muoviiitiii, subito devi venire!!!! Tutti a ridere…
        Ecco, questi sono i tipi che rompono le scatole. 😀

        1. camu ha detto:

          @anonimo: sfortunatamente lo so 🙂 L’anno scorso sempre con Tophost è successo che un quindicenne o giù di lì, ha fatto un “casino” in rete perché gli avevano risposto “male” in un ticket. Appena gli ho fatto notare che non era quello il modo di comportarsi alla sua età… apriti cielo 🙂

      2. anonimo ha detto:

        @camu: hai notato che evilsocket, per strana combinazione, si trovava lì in quel preciso momento ed ha subito pensato di fare lo screenshot per scriverci l’articolo? 😀
        Poi in due secondi arrivano sempre quei 5-6 fessi a commentare e quei soliti 5-6 idioti a segnalare la notizia nei loro blog. Poi arriva qualcun’altro a scrivere: andate via da lì facendo pubblicità ad altri. Poi confondono volutamente le parole Provider, Server e Sito come se fossero la stessa cosa. Poi non capiscono che fare quelle cretinate come il defacciare un sito è relativamente semplice, il complicato è riuscire a restare anonimi.
        Vorrei essere lì presente quando al ragazzino o ai ragazzini che hanno fatto questa cavolata arriverà la denuncia, vorrei vedere i visetti che sbiancano dalla paura e i babbi che li prendono a calci. 😀

        1. camu ha detto:

          @anonimo: credo invece che i babbi, anche se i rispettivi figli avranno torto marcio, li difenderanno a spada tratta. Questo è in parte il problema della nuova generazione: viziati che ottengono quello che voglio senza un briciolo di sacrificio e senza sapere cosa sia la “responsabilità”, tanto ci pensano mamma e papà. Ho esperienze indirette a scuola, dove ne ho viste di cotte e di crude ed i genitori a urlare ai professori invece che ai figli teste di legno!

      3. anonimo ha detto:

        @camu: sicuramente i babbi in pubblico li difenderanno, ma in privato, quando i babbi resteranno da soli con i figlioletti, cosa succederà? 😛
        Ad esempio nelle riunioni di condominio ho esperienze di genitori che difendono i figli quando arrecano danni che poi tutti devono pagare, poi quando tornano a casetta si sente volare di tutto… 😀

        1. camu ha detto:

          @anonimo: è vero, hai ragione, al lato privato non avevo pensato (che fa pure rima) 🙂

  16. CyberAngel ha detto:

    Cià linkatemi sto articolo sugli ultimi problemi di TH che mi faccio una lettura e una qualche risata. Grazie 😛

    1. anonimo ha detto:

      @CyberAngel: se su Google scrivi il nome del provider e ci aggiungi la parola defacciato trovi un po’ di roba. 😛

      1. camu ha detto:

        @anonimo: grazie per non aver inserito il link qui 🙂

        1. anonimo ha detto:

          @camu: mi sono risposto da solo… 😀

      2. anonimo ha detto:

        @anonimo: di nulla, non sono il tipo che lascia i sacchetti dell’immondizia dove capita. 😛

  17. sardegna libera ha detto:

    altro che campane da quando ho trasferito i miei siti su xlogic.org non ho avuto più problemi

  18. Claudio ha detto:

    A proposito di seeoux, vi racconto la mia esperienza con questi pessimi individui.
    Sui loro server girava un sito pieno di ingiurie, diffamazioni, calunni e attacchi personali contro un mio sito.
    Ho fatto le dovute segnalazioni, ma questi rispondevano con la faccia tosta affermando che wuel sito non violava nessuna policy. Alla faccia, il sito era da querela, altro che.
    Questi vigliacchi farabutti di seeoux pur di avere un cliente si venderebbero l’anima al diavolo.
    State alla larga da seeoux.

Lascia un commento