due chiacchiere

L’uragano Sandy? Una trovata pubblicitaria

Gli americani, è risaputo, non perdono quel tenace ottimismo che li anima neppure nei momenti peggiori, e così qualcuno ha già iniziato a dire che l’uragano Sandy ed il fatto di rimanere senza corrente per otto giorni sono in realtà una trovata pubblicitaria per reclamizzare la nuova serie tv Revolution, che per chi non lo sapesse, parla proprio di un futuro distopico non molto lontano, in cui il mondo intero si trova a dover sopravvivere senza energia elettrica. Scherzi a parte, vorrei ringraziare tutti quelli che mi hanno mandato email, lasciato commenti sul blog, e persino contattato telefonicamente chiedendo se stessimo bene.

Anche stavolta ce la siamo cavata senza grossi danni, sebbene le migliori previsioni per il ripristino dell’elettricità parlino di Lunedì prossimo. Il frigo ha retto per un paio di giorni (con il sottoscritto deputato a fare incursioni lampo per prelevare il necessario) e senza ghiaccio, anche il freezer sta iniziando a cedere. Per fortuna c’è un supermercato a circa 15 minuti da casa, fornito di tutti i generi alimentari. Il problema è la benzina, dato che praticamente tutti i benzinai della zona sono chiusi. Oggi sono venuto al lavoro anche per ricaricare tutta l’attrezzatura digitale, compreso il portatile che sostanzialmente uso come “riserva” per tenere carico l’iPhone. Fra poco esco a comprare qualche candela per stasera.

Commenti

  1. Caigo ha detto:

    In TV mostravano a manhattan delle persone in fila ad aspettare il loro turno per ricaricare i cellulari da un furgone messo a disposizione da un’emittente televisiva.

    Ma senza luce significa anche senza riscaldamento e senza cibo caldo.Giusto?
    Si rimedia con generatore d’emergenza o solo tanta tanta tanta pazienza?
    Ps: Lieto di ritrovarti anche con un pizzico di buonumore.
    Rassicurante. 😀

    1. camu ha detto:

      @Caigo: al lavoro mi hanno aggiornato sulla situazione, dato che da tre giorni (senza tv) siamo stati tagliati fuori dal mondo “globalizzato” e le uniche notizie mi arrivavano dai vicini di casa. Uno di loro mi ha persino “preso in giro” avendo uno di quei vecchi telefoni a rotella perfettamente attivo e funzionante, mentre tutti i nostri gadget elettronici ed il VOIP sono totalmente fuori uso 🙂

      Si, niente corrente significa anche niente riscaldamento, dato che l’acqua nei termosifoni a casa nostra circola tramite la pompa elettrica attaccata alla caldaia a gas. Ma per fortuna abbiamo il gas, quindi possiamo cucinare ed abbiamo l’acqua calda, riscaldata da una caldaia “a parte” che non richiede elettricità, ma si basa sulla pressione dell’impianto del comune, che al momento regge.

      Buonumore? Per noi è quasi una necessità, in queste condizioni. Io, come nella serie tv Revolution che citavo, sto imparando ad usare arco e frecce, non si sa mai ci tocchi cacciare qualche cervo per sfamarci eheh (scherzo)

      1. Caigo ha detto:

        @camu: Telefono, caldaia… un pizzico di “bassa tecnologia” torna sempre utile.
        Io qualche anno fa ho comprato una stufa a legna. Concezione moderna, bassi consumi, ecc… ma rigorosamente tradizionale. Niente pompe, niente ventole che in caso manchi la corrente la rendano inutilizzabile.
        Occhio ai cervi! L’evoluzione potrebbe averli resi capaci di rispondere colpo su colpo! 😉

        1. camu ha detto:

          @Caigo: si, vero. In effetti stiamo meditando di prendere una di quelle stufette a gas, che hanno riscaldato tante mie serate d’infanzia 🙂 Riguardo ai cervi, magari posso mirare agli scoiattoli… certe popolazioni del Canada li mangiano e dicono essere molto gustosi!

        2. CyberAngel ha detto:

          @camu: Sì ma non mangiare quelli rossi che dicono sia infestanti! 😛

  2. giglio ha detto:

    E vai con le cenette a lume di candela!

  3. Lure ha detto:

    Lieto di leggerti in ottima salute a di buon umore 🙂
    Un abbraccio dalla terra dei Cachi 🙂

    1. camu ha detto:

      Grazie, lieto di vederti riapparire tra i commentatori 🙂

  4. CyberAngel ha detto:

    Bentornato comunque! Felice che dopotutto non sia successo niente. Com’è stato tornare bambini e “giocare” al campeggio? 😀

Lascia un commento