due chiacchiere

Il numerino va in pensione dopo 6 anni

Era da qualche settimana che volevo farlo: rimuovere il numerino presente negli indirizzi web degli articoli di questo blog. Si trattava di un residuo primordiale dell’epoca in cui la mia casetta virtuale nel web aveva iniziato a prendere forma. Un’appendice mai rimossa, una rimanenza mai cancellata dall’evoluzione attraversata in questi anni. Già nel 2009, in realtà, avevo condotto una prima operazione chirurgica in tal senso, dietro suggerimento di alcuni lettori esperti di ottimizzazione per i motori di ricerca. All’epoca, comunque, non ero stato abbastanza radicale, anche perché gli strumenti a mia disposizione non mi consentivano un taglio netto e pulito con il passato, ma richiedevano di mettere pezze a destra e sinistra per puntellare la nuova struttura.

Ora che WordPress è maturo, ho capito che era giunto il momento di farsi coraggio e completare l’intervento. I vecchi collegamenti sono automaticamente reindirizzati verso i nuovi con un codice 301, quindi lo spettro della “pagina non trovata” dovrebbe essere scongiurato e Google potrà trasferire pesi e quant’altro sui nuovi indirizzi. Ho provveduto inoltre ad aggiornare, con qualche colpo di SQL, tutti i collegamenti interni contenuti negli articoli e nei commenti, per evitare di sovraccaricare il server per quanto in mio potere. I consigli degli esperti sono, come sempre, bene accetti.

Commenti

  1. Emanuele676 ha detto:

    Che vantaggi comporta il levare i numeri?

    1. camu ha detto:

      Rende gli indirizzi più “puliti” e facili da ricordare, per il resto non credo abbia particolari benefici 🙂

      1. Emanuele676 ha detto:

        @camu: in che senso puliti e facili da ricordare?Non è meglio un indirizzo sia col numero sia col titolo?

        1. camu ha detto:

          Beh a te cosa viene più facile memorizzare? Una parola che corrisponde al titolo del post o un numerino “casuale” 🙂

        2. Emanuele676 ha detto:

          @camu: Ma intendi ricercare su Google?

          Cmq si potrebbero tenere tutte e due i metodi…O google “risalta” le tua pagine se non hanno un numero nel link?

        3. camu ha detto:

          @Emanuele676: ti consiglio di leggere l’interessante discussione sviluppatasi in coda al mio intervento del 2009, per avere una risposta esauriente alla tua domanda 😉

        4. Emanuele676 ha detto:

          @camu: Ho letto ma non ho capito il motivo per cui un link con solo titolo è migliore di uno con titolo e numero,o con il solo numero.

        5. camu ha detto:

          Alla fine non penso si tratti di “migliore” o peggiore, quanto più di un fattore estetico e di uniformità con molti altri siti contemporanei.

        6. Emanuele676 ha detto:

          @camu: Quindi un solo fatto di aspetto! grazie per l’informazione

        7. camu ha detto:

          Si, e di praticità…

  2. Lorenzo ha detto:

    Quali sono i colpi di SQL usati? Sono molto interessato.
    p.s.:
    bentornato!

    1. camu ha detto:

      Grazie, e da stasera finalmente dopo 5 giorni abbiamo riavuto la corrente elettrica!

      Per sostituire gli indirizzi ho usato un classico update set post_content = replace( … ) basandomi sul fatto che i numeri erano lunghi al massimo 4 caratteri 😉

      1. Lorenzo ha detto:

        @camu: A livello di velocità come ti sembra? Parliamo di ms sicuramente, ma sapevo che fino a poco tempo fa un permalink costituito da ID numerico univoco aiutava non poco nella ricerca del database da parte di WordPress…

        1. camu ha detto:

          @Lorenzo: ottima osservazione, avevo trascurato questo particolare. Stando a quello che leggo sul Codex di WordPress, viene usata questa funzione nel codice per ottenere l’ID a partire dall’indirizzo. Sbirciando il codice, la funzione cerca prima di tutto il parametro ?p= che rappresenta l’impostazione di default. Se lo trova, allora smette l’esecuzione, altrimenti comincia a spulciare tra le rewrite rules del blog per trovare un abbinamento. Quindi nel mio caso specifico sembra non cambiare molto, dato che comunque non avevo già il parametro nei miei permalink. Il verdetto finale, suppongo, me lo darà Google Webmaster Tools fra qualche settimana, con le statistiche sui tempi di caricamento.

        2. Lorenzo ha detto:

          @camu: Rimango in attesa 🙂

  3. fady ha detto:

    Ciao, molto bello il tuo blog… e concordo sulla scelta riguardo ai numerini!

    1. camu ha detto:

      Benvenuto e grazie per aver dato un’occhiata 😉

  4. Fiordicactus ha detto:

    Scrivo qua, forse in OT, la mia soddisfazione per il ripristino della corrente . . . di questo argomento non ne capisco niente, ma sapere che state bene e che hai abbastanza tranquillità per pensare a migliorare il blog mi fa piacere! 🙂

    Ciao, Fior

    1. camu ha detto:

      @Fiordicactus: si, il ritorno della corrente mette sicuramente di buon umore… Ancora non tutti i nostri vicini sono stati altrettanto fortunati, e già dietro l’angolo le case sono ancora al buio, quindi spero per loro di non dover soffrire ancora a lungo 🙁

  5. Jack ha detto:

    A me e’ sempre piaciuto l’indirizzo senza il numero + titolo quindi ottima scelta, un sacco di volte io cerco di trovare un post all’interno di un blog modificando direttamente l’indirizzo (es: una serie che l’autore pero’ non ha collegato con dei link, i titoli sono pero’ simili e facili da indovinare), ma su alcuni se becchi il titolo e magari non l’anno di pubblicazione o il mese e’ una scocciatura e ricevi sempre un bel 404, figuriamoci l’id del post!

    Ma in caso di post con titoli uguali come si comporta? Aggiunge un numeretto alla fine dell’indirizzo? tipo… il-numerino-va-in-pensione-dopo-6-anni e il-numerino-va-in-pensione-dopo-6-anni-2 ? O semplicemente eviti di farne di uguali?

    1. camu ha detto:

      @Jack: la prima che hai detto, anche se in effetti cerco sempre di evitare titoli uguali 🙂

  6. Arquen ha detto:

    Senza numeri penso anch’io sia meglio, però forse sarebbe ancora meglio sostituire i numeri con la categoria? Cioè, tipo: duechiacchiere.it/ingresso/il-numerino-va-in-pensione-dopo-6-anni

    Cmq, per chi è interessato ad essere presente su Google News, servono anche quei numeretti.
    “URL degli articoli. Per garantire che la scansione venga eseguita unicamente sui nuovi articoli, assicurati di utilizzare URL unici, con almeno 3 cifre e permanenti.”

    1. Jack ha detto:

      @Arquen: non conosco come funziona Google News, ma leggendo quella parte che hai scritto credo che la raccomandazione sia fatta verso gli URL unici, e che i numeretti siano solo il metodo consigliato in quel caso. Oppure controlla sul serio che ci siano dei numeri all’interno dell’URL? Quell'”almeno 3 cifre” ha un tono indeciso tra il consiglio e l’obbligo.
      In effetti, guardando molto velocemente la prima pagina di Google News, i giornali linkati hanno nell’indirizzo sempre qualche mega hash alfanumerico o solo numerico unico, oppure la data composta dal classico /yyyy/mm/dd/ e poi il titolo dell’articolo.

      1. Arquen ha detto:

        @Jack: diciamo che se ho capito dovrebbe andare bene anche una URL del tipo “duechiacchiere.it/titolo-articolo-123” e non per forza “duechiacchiere.it/123/titolo-articolo”.

        Insomma, come hai scritto anche tu. Altrimenti forse verrebbero viste come due URL identiche.

        1. camu ha detto:

          @Arquen: non si finisce mai d’imparare. Per fortuna questo non è un sito giornalistico o di notizie. Comunque l’idea di aggiungere le categorie all’indirizzo non è male. Ci farò un pensierino, anche se preferivo mantenere i permalink il più corti possibile…

        2. evilripper ha detto:

          @camu: mi pare che non ci sia più l’obbligo di inserire un codice nella url dell’articolo.
          Ma per fare il redirect 301 come hai fatto? Anche io ho da poco cambiato la struttura permalink del mio blog e facendogli fare redirect 301 con htaccess, ma sono riuscito solo a ricreare la regola per mettere il titolo ma non la categoria per ora mi sa che lascio così. 🙂

        3. camu ha detto:

          @evilripper: in realtà io non ho fatto nulla, è una funzione che WordPress include nel core da qualche tempo oramai 🙂 Poi se vuoi che URL completamente diverse puntino allo stesso articolo, ho scritto un plugin per un cliente che ti posso passare sottobanco 😉

        4. evilripper ha detto:

          @camu: ah cavoli quindi se cambio il permalink poi wordpress mi fa il 301 in automatico? sinceramente avevo visto che mi rimetteva nella pagina giusta ma non pensavo che lo faceva con il 301! 🙂 no per ora non mi server il plugin perchè tengo dominio/titolo grazie comunque!

        5. camu ha detto:

          Si, gli sviluppatori hanno fatto un ottimo lavoro da questo punto di vista. Al confronto Joomla e Drupal sono ancora all’età della pietra 😛

  7. CyberAngel ha detto:

    Piccolo OT per segnalare una cosa strana che ho notato ieri.
    Guardando una puntata di “Benvenuti A Tavola – Nord vs. Sud” (episodio 1×09) non ho potuto fare a meno di notare un avatar familiare. Mmm… ho pensato, possibile sia un fake a scopi televisivi, o qualcuno che ha riutilizzato l’immagine di camu oppure che realmente esista questo social network stile Facebook? Qualcuno riesce a riconoscerlo?

    1. camu ha detto:

      @CyberAngel: wow, incredibile! Grazie per la segnalazione, ai miei lettori non sfugge davvero nulla. Qualcuno mi ama, nelle stanze di Canale 5, a quanto pare. Però al Green Line non m’hanno invitato eheh 🙂 Ne faccio subito un post…

      1. CyberAngel ha detto:

        @camu: Ehehe! Hai visto? Dicci la verità, a quale social network sei iscritto per comparire lì? 😉

Lascia un commento