due chiacchiere

La metropolitana a Roma è anderground

Avevo questa foto sul mio desktop da qualche settimana, l’avevo trovata su un blog che il proprietario, sfortunatamente, non aggiorna più da mesi. Dato che siamo a Venerdì, quale modo migliore per celebrare il fine settimana in arrivo con un po’ di sano umorismo. Che poi in questi casi si ride per non piangere, è un altro discorso 🙁

Un cartello che sbaglia a scrivere anderground invece che underground

Commenti

  1. isaak ha detto:

    EHh !? ma .. dai .. che ignoranza assurda
    ma e’ vera sta cosa ?

    Luridi terroni romaneschi.. fate veramente schifo…
    poi dicono che l’itaGlia e’ un paesello alla periferia dell’africa
    ciumbia ! Va li’ che schifo.. e sarebbe anche la capitale !!
    Pensa le figure a ritmo continuato coi turisti…

    1. camu ha detto:

      L’ha persino riportata Repubblica, all’epoca 🙂 Ma sarebbe carino se qualcuno del posto potesse confermare. Comunque le mie fonti mi dicono che l’amministrazione è corsa ai ripari dopo un paio di giorni, visto il clamore in rete, con una bella mano di vernice blu per coprire la traduzione sfortunata.

    2. Trap ha detto:

      @isaak: ah, l’umorismo, questo sconosciuto 😀

  2. evilripper ha detto:

    non ci posso credere… -_-‘

  3. Ps3udolus ha detto:

    Lo avevano segnalato tempo fa alle Iene sfottendo l’ex Ministro della Difesa, gran conoscitore delle lingue 😀

  4. Fiordicactus ha detto:

    Ah! Ah! AH! Questa l’ho capita anch’io . . col poco di inglese che conosco! 🙂

    Ciao, Fior (sotto la bufera di neve!) 😉

  5. Guisito ha detto:

    E’ successo a Roma. Automobilista in difficoltà per montare delle catene alle ruote dell’auto, chiama dei vigili in aiuto; questi per montarle non trovano di meglio che smontare le ruote. Viva l’Italia!

    1. Fiordicactus ha detto:

      @Guisito: racconta mio marito (lavora nel campo automobilistico) che conosce gente che d’inverno giro con due ruote già “incatenate” pronte per essere cambiate . . . dice, che c’è gente che trova più facile cambiare le ruote che mettere le catene! 😀

      Ciao, Fior

  6. Caigo ha detto:

    Diciamolo: Siamo noi che non siamo in grado di capire.
    Tra qualche anno quel “coso” sarà citato come “massima espressione della pop art” e noi ci mangeremo le mani per non averla apprezzata. 😀

  7. Guisito ha detto:

    Sarà citata come massima espressione della pop art, un po’ come il cesso scassato del prof Bellavista (De Crescenzo)

Lascia un commento