due chiacchiere

Nasello all’arancia

In questa puntata voglio presentarti una ricetta in grado di stupire i tuoi amici a cena. Di per se è una ricetta che richiede ingredienti poveri, ma una volta completata è di grande effetto, e stando ai miei amici che l’hanno già assaggiata, anche saporita e sfiziosa. Il piatto che ti descrivo, a base di pesce e verdure, si accompagna bene ad un vino bianco, magari anche leggermente frizzante. Prima e dopo, se si vuole fare un menu “tutto pesce” , si può anteporre una pasta con gli scampi e cozze fresche, e dopo una mousse al cioccolato bianco.

Ingredienti per 4 persone

8 porzioni da circa 100gr. ciascuna di nasello surgelato, 3 carote, 2 zucchine, 1 porro, 1 arancia, 1 limone, 1 mandarino, 100gr di burro, 200gr di farina per pizza (per impanare il pesce), 1 mazzetto di prezzemolo fresco, pepe, sale e olio quanto basta

Tempi e strumenti

La ricetta è un po’ lunga: per scongelare e pulire il nasello ci vogliono 20 minuti, la cottura è intorno ai 20 minuti. Dovrai usare una padella media, una paletta o forchetta per girare il pesce che si rosola nel burro, un pelapatate, una pentola per bollire le porzioni di nasello e le verdure, uno spremiagrumi, un contenitore.

Porta ad ebollizione un po’ d’acqua nella pentola, aggiungendo poi le porzioni di nasello ancora surgelate. Fai bollire per circa 15 minuti. Nel frattempo, pela le carote e le zucchine, e togli il velo esterno del porro. Aiutandoti con il pela-patate, taglia carote e zucchine a striscioline sottili, mentre il porro puoi spaccarlo in quattro nel senso della lunghezza, formando quindi anche in questo caso delle striscioline. Metti il tutto nel contenitore e lascia riposare qualche minuto.

Trascorsi i quindici minuti, scola il pesce, lasciando da parte circa mezzo bicchiere dell’acqua di cottura. Metti le porzioni di pesce in un piatto a parte, per farle raffreddare un po’. Riempi la pentola con altra acqua, e falla bollire nuovamente. Versa le striscioline di verdure e un pizzico di sale, lasciandole scottare per circa 5 minuti. Trascorso questo tempo, puoi scolarle e metterle nel contenitore; condisci con olio e prezzemolo e mescola per amalgamare il tutto.

Ora che il pesce si è raffreddato, versa la farina in un piatto e provvedi alla panatura di ogni singola porzione, girando e rigirandole nella farina. Essendo ancora umidi, i pezzi di nasello dovrebbero favorire l’attaccarsi della farina stessa. Assicurati che la panatura sia consistente e sufficientemente spessa: per far questo, gira più volte i pezzi nella farina. Riponi i pezzi preparati su di un piatto contenente altra farina, per far asciugare l’acqua residua.

Mentre il pesce si asciuga, spremi l’arancia, il limone ed il mandarino; unisci il succo ottenuto al mezzo bicchiere di acqua di cottura, messo da parte in precedenza. Adesso fai sciogliere il burro nella padella, e quando si iniziano a formare le bollicine, vuol dire che la temperatura è giusta. Appoggia le porzioni delicatamente, per non far scrostare la panatura, e girale ogni 4 o 5 minuti, per far dorare tutti i lati. A cottura quasi ultimata, versa in padella il succo degli agrumi preparato prima, e lascia restringere per un paio di minuti, facendo formare una salsetta densa e dorata.

Disponi le porzioni su di un piatto di portata, cospargi con la salsetta, e decora con le verdure scottate e condite. Per aumentare la decorazione, puoi tagliare un’altra arancia a fettine sottili da dividere in due mezzelune, che disporrai tutt’intorno al piatto di portata. In alternativa puoi disporre le porzioni in cerchio, ed al centro mettere le verdure scottate. Come vedi non c’è limite alla fantasia. Servire tiepido.

Lascia un commento