due chiacchiere

Polpi insalatari trentini

Il piatto del giorno mi è stato suggerito dai miei amici trentini: nella patria della polenta con il ragù e i funghi, cucinano anche pesci e polpi, incredibile! Scherzi a parte, questa ricetta è tanto semplice quanto gustosa. Ideale nel periodo estivo, rappresenta un’idea stuzzicante anche in questi giorni uggiosi d’inverno. La base è rappresentata da polpi e giardiniera (i sottaceti tagliati fini fini). Per rendere la cosa più raffinata, si può accompagnare ogni porzione con qualche cucchiaio di riso in bianco, condito con un po’ di burro e poco sale.

Ingredienti per 4 persone

3 polpi di mare o di scoglio, di medie dimensioni, un mazzetto di prezzemolo fresco, uno spicchio d’aglio, 150gr di giardiniera (acetelli) sgocciolata, 1 limone, 4 cucchiai di aceto di vino bianco, olio “gentile”, quanto basta

Tempi e strumenti

Se i polpi sono congelati, ci vogliono almeno 4 ore per scongelarli, più 45 minuti per la cottura e la preparazione della pietanza. Tieni a portata di mano una pentola per bollire i polpi, una ciotola da portata, un coltello. Per ottenere polpi più morbidi, tirali fuori dall’acqua di cottura ogni 15 minuti circa, falli riposare su un piatto per un minuto, e poi rimettili a cuocere.

Riempi la pentola d’acqua, butta un pugno di sale, e mettila sul fuoco. Nel frattempo pulisci i polpi, lavali accuratamente, rimuovi il becco e le interiora dentro la testa. A volte alcuni hanno anche un cerchietto cartilagineo all’interno delle ventose, attenzione a rimuovere anche quello. Metti i polpi a cuocere, chiudendo con un coperchio per aumentare il calore all’interno della pentola. Aggiungi quattro cucchiai d’aceto all’acqua di cottura, e due scorze di limone. Ricorda il suggerimento che ti ho dato qui sopra: tirali fuori ogni circa 15 minuti, per un risultato perfetto.

Nella ciotola da portata metti la giardiniera accuratamente sgocciolata, il prezzemolo e l’aglio tritati il più finemente possibile, il succo del limone spremuto, l’olio. Mescola tutto per bene e lascia riposare fino a cottura dei polpi ultimata. Trascorsa circa un’ora, controlla che effettivamente i polpi siano morbidi (non gommosi). Tagliali a pezzetti piccoli, lunghi circa 2cm. Uniscili al composto precedentemente preparato, e mescola accuratamente. Lascia raffreddare un po’, prima di servirli.

Commenti

  1. FulviaLeopardi ha detto:

    polpo? …passo 😛

  2. Barbara ha detto:

    Buonooo il polpo a me piace tanto semplice con olio limone prezzemolo oppure con le patate

  3. Trap ha detto:

    In realtà non è così diffuso il ragù, almeno non come lo fanno in Toscana 🙂

  4. camu ha detto:

    @trap, ho corretto la mia introduzione 🙂

  5. Trap ha detto:

    Ciao Camu,
    sono fly la moglie di trap 😛
    Stavo cercando una ricetta che ci avete proposto quest’estate…quel piatto messicano di cui non ricordo il nome e mi sono imbattuta nel polpo… Per una cottura più veloce e senza problemi:
    Polpo surgelato viene più tenero…addirittura consigliano se vuoi quello fresco di passarlo nel congelatore per renderlo morbido…
    Siccome qui polpi freschi è un po’ difficile, prendi quelli surgelati e li fiondi in pentola a pressione con acqua FREDDA, sedano, carota sale e peperoncino. Fai cuocere dal fischio 30′ circa.
    IMPORTANTE: far raffreddare il polpo nella propria acqua di cottura.
    Insomma quando è tutto freddo puoi pelarlo.

    N.B: okkio al peso del polpo, non farti ingannare se pensi che sia troppo, in cottura cala tantissimo e poi pelandolo rimane proprio poco.
    In aggiunta alla giardiniera che qui si chiama insalatina ed è a base di carote, sedano e peperoni tagliati a giulienne, puoi aggiungere olive, patate e prezzemolo.
    Condisci tutto con sale, buon olio e limone (e aglio se i tuoi commensali lo gradiscono 🙂 )
    Ciao ora torno alla ricerca del piatto messicano…non ci credo che tu non l’abbia inserito nel blog…..MI SERVEEEEEEEEEEE URGENTEEEEEEEEEE e l’orario non mi permette di chiamarvi… HELP

Lascia un commento