due chiacchiere

Posso dire che io c’ero

Facendo un po’ di pulizia nel mio ripostiglio virtuale, ho trovato una pagina di giornale (o meglio, un file PDF). Più precisamente una inserzione pubblicitaria del New York Times del 15 dicembre 2004. Cosa può avere di così speciale una pubblicità su un quotidiano? Almeno tre cose: contiene il mio nome e quello della mia ragazza, è stata fatta dalla Mozilla Foundation, segna l’inizio della grande avventura “per il grande pubblico” di Firefox, il browser gratuito per navigare felici in rete.

Per apparire insieme a tutti gli altri nomi, bastava inviare una decina di dollari, ed il gioco era fatto. C’erano poi varie opzioni a seconda che tu fossi studente, sostenitore “professionale”, oppure una famiglia o ancora una istituzione. Il ricavato sarebbe servito, e credo serva ancora oggi, a finanziare lo sviluppo di questo fantastico programma di navigazione, che supera il suo diretto rivale Internet Explorer di diverse lunghezze. Non starò qui a elencare i pregi dell’uno ed i difetti dell’altro, puoi trovare centinaia di siti che già lo fanno.

Riferimenti

Lascia un commento