due chiacchiere

Quanti regali in cambio di un dono

Ebbene si, mi sono deciso finalmente! Sono andato ad informarmi su come fare per diventare un donatore dell’AVIS: no, non la società di autonoleggio, ma quella dei donatori di sangue. E così, mentre gusto tranquillamente il mio yoghurt Mila con uva fragola (ho provato quelli della Danone e dalla Yomo, ma i più saporiti, cremosi ed economici mi sembrano proprio questi Mila), volevo condividere con te questa mia scelta, fatta un po’ per generosità e un po’ perché conviene. Magari, con questo intervento, riesco a convincere anche altre persone.

In effetti è da più di un anno che ho quest’idea in mente: nata un po’ per gioco, un po’ per curiosità, era da tempo che volevo farlo. Così l’altro giorno ho preso il telefono, e ho chiamato la sede locale dell’Avis per chiedere le informazioni del caso. La signorina che mi ha risposto è stata davvero molto gentile ed esaustiva, ha chiesto il mio indirizzo per inviarmi direttamente a casa tutta la modulistica, e mi ha spiegato tutti i vantaggi di diventare un membro dell’associazione.

Dal punto di vista strettamente “tornacontistico”, i vantaggi sono molti: parcheggio riservato gratuito nei pressi del centro trasfusionale, esami del sangue gratuiti (il ticket medio per effettuare i principali esami ematici si aggira intorno ai 30 euro, ad oggi), intera giornata di permesso dal lavoro, quando si effettua una donazione, e molto di più. Ma dall’altra parte, c’è il vantaggio di poter dire che, in una società individualista come quella in cui viviamo oggi, si è veramente aiutato il prossimo. Anche se è iracheno, africano, o semplicemente un immigrato clandestino che sta male.

La procedura di donazione e iscrizione si conclude (così mi è stato detto) nel giro di mezza giornata. Dopo qualche settimana si riceve la tessera di socio, che offre la possibilità di accedere a tutti i vantaggi, tra cui quelli elencati sopra. Io andrò, se tutto va bene, la prossima settimana; sto cercando di mangiare più sano (vedi yoghurt), con meno grassi e “schifezze” varie. Non vorrei essere… bocciato all’esame del sangue!

Commenti

  1. gabry/babelle ha detto:

    ciao sono gabry/babelle, sono passata a ricambiare la visita che hai fatto sul guestbook di cui ti ringrazio molto!! devo dire che trovo molto interessanti i tuoi post, ovviamente essendo la prima volta che passo ci vuole un po di tempo per dare un’occhiata e una lettura a tutto!! Il fatto di essere o non essere anti o pro belusconi non è importante!! E’ solo questione di coerenza con se stessi,quella che manca al Berlusca (scusa ma non riesco a chiamrlo presidente, lo facevo solo quando lo era del milan: punto e basta) Per il tuo post posso dire che conosco il sistema anche se per varie ragioni non ho mai potuto farlo ma capisco l’essere solidali e posso garantirti che oltre alla donazione di sangue ci sono altri modi tanti e diversi! ma immagino che tu li conosca, dal modo di scrivere mi pare che tu sia un ometto ma non vorrei sbagliare! 🙂 in questo caso sorry..sorry.. ora ti ho nel guest come link e tornero’ a leggerti, io personalemnte non faccio collegamenti rss perchè finiscono sul messenger come allarm che è gia di per se intasato!! preferisco girare sul web da me ma se conosci sistema migliore ben vengano i suggerimenti!! un saluto gabry/babelle

Lascia un commento