due chiacchiere

Un anno con il nuovo template

Mi facevano notare i miei lettori più attenti che con l’arrivo di Settembre si è concluso il ciclo dei 12 temi (uno al mese) che vanno in onda su questo blog. Il che vuol dire che è già passato un anno da quando annunciai di voler riscrivere da zero il mio template, e rimpiazzare quello che era diventato solo un’accozzaglia di soluzioni e toppe varie accumulatesi nel tempo. Così mi misi al lavoro ed in circa un paio di settimane fui pronto a rilasciare la terza generazione del tema. In questi dodici mesi ho cambiato alcune cose: ho rimosso le icone sociali dalla barra laterale (tanto io Facebook e soci non li uso mai), ho rivisitato le 12 tonalità cromatiche, ho spremuto tutte le ottimizzazioni possibili ed immaginabili, ho aggiunto un archivio completo del blog. Se c’è ancora qualcosa che non ti piace, scrivilo nei commenti, parliamone!

Commenti

  1. fiordicactus ha detto:

    Ecco, io avrei una richiesta. . . un qualche aggeggio nei commenti che mi permetta di far sapere che ho letto il commento, ma non ho altro da replicare! 🙂
    Per esempio, il commento che hai scritto ieri, come risposta al mio, sotto il post del vino, mi è piaciuto, mi ha fatto sorridere, ma non è che posso ricommentare, oppure passare per maleducata perché non commento o metterti in condizione di ricommentare a tua volta(insomma, spero di essermi spiegata) 😉
    Su Fb, c’è “mi piace”. . . su Ralverly c’è un cuore (se ci vai sopra appare la scritta “favorite this post” . . . non so se è facile farlo, ma sono sicura che tu ci proverai e troverai la soluzione!:-)
    Ciao, R

    1. camu ha detto:

      @fiordicactus: interessante, quest’idea. Premesso che non mi passerebbe mai per la testa di considerarti maleducata, il dubbio è: come farei a capire che il cuore o il “mi piace” l’hai cliccato tu e non qualche altro lettore? E comunque il +1 accanto al titolo dell’articolo andava nella stessa direzione, ma non ha riscosso il successo sperato: in un paio di mesi hanno cliccato si e no dieci persone, su 1600 articoli…

      1. Vincenzo ha detto:

        @camu: in questa maniera si dovrebbe creare una sorta di social nel quale l’utente x registrato dice che il commento y gli piace, e una tabella la quale associa l’id utente e l’id del commento con un “mi piace” o qualcosa di simile.. 🙂 è una bella cosa ma trasformerebbe la concezione di blog o meglio porterebbe il blog a diventare una sorta di social network.. magari sbaglio.. xd

        1. camu ha detto:

          @Vincenzo: e forse è il motivo per cui non l’ho mai implementato 🙂 Sono abbastanza allergico ai social network, come forse saprai…

  2. fiordicactus ha detto:

    Forse hanno cliccato in pochi, perché molti commentano! 🙂

    Io mi considero maleducata se non rispondo (anche sul mio blog) . . . sono stata allevata quando ancora si usava scrivere una lettera di ringraziamento se qualcuno ti faceva un regalo o ti ospitava a casa sua! Altri tempi! :-)))

    Non so come fai a sapere chi clicca il “mi piace”, come fai a sapere che io ho cliccato la freccia??? Non sarebbe lo stesso? 🙂

    Ciao, R (che è brava a parole, ma è una cyber imbranata!)

    1. camu ha detto:

      @fiordicactus: allora ti troveresti benissimo qui in America, dove l’usanza del bigliettino di ringraziamento è ancora molto diffusa, in tutte le occasioni: dai compleanni (per ringraziare chi è venuto alla festa) ai regali, alle visite.

      In merito a chi clicca, hai ragione, mi hai dato una buona idea 😀 Vedrò di mettermi al lavoro…

      1. fiordicactus ha detto:

        @camu: 🙂

    2. CyberAngel ha detto:

      Dove si mette il “Mi piace” al commento di fiordicactus?

      1. fiordicactus ha detto:

        @CyberAngel: 🙂

  3. larvotto ha detto:

    Da una parte il commento di Fiordicactus è interessante, ma a secondo esame snaturerebbe quello che è il blog: un angolo di discussione.

    Ok, io sono un “quasi” lurker, scivolo, spio e ogni tanto commento, però solo il fatto di leggere risposte mi piace molto di più che vedere “freddi” commenti sotto forma di singoli click, senza nessun pensiero aggiuntivo, critica o lode.

    Ecco
    🙂

    1. camu ha detto:

      Posso assumerti come mio portavoce personale? Hai espresso in maniera semplice ed efficace proprio quello che penso 🙂 Il che mi ricuora, perché mi fa capire di non essere il solo a condurre questa “crociata” contro il “mi piace”… Tant’è che penso a breve di togliere anche il +1 per lo stesso motivo, dopo qualche settimana di prova.

      1. CyberAngel ha detto:

        @camu: Sto +1 l’ho messo anch’io quando ho visto che pure tu l’avevi introdotto. Ho pensato, se l’ha messo camu allora probabilmente potrebbe essere qualcosa di utile… Finora però non mi sembra che ci siano queste gran rivoluzioni

        1. Vincenzo La Rosa ha detto:

          @CyberAngel: qualora il +1 influisse sui risultati di ricerca, sarebbe una cosa buona.. ma per il momento da quello che ho capito non influisce.. o meglio ha la stessa funzionalità del like di facebook ovvero nulla… 🙂 almeno per ora…

        2. camu ha detto:

          Esatto. E non è neppure chiaramente collegato al social network di Google. Io in realtà l’ho messo per testare la nuova funzione del mio plugin, sostanzialmente. Ora che l’obiettivo è stato raggiunto, direi che dal mio blog sparirà presto…

  4. Baol ha detto:

    Beh, io sono 5 anni che non cambio nulla 😀

    1. camu ha detto:

      E te ne vanti pure? 😉 Scherzi a parte, per me è più che altro un modo per sperimentare nuove tecniche e tenermi al passo con i tempi…

      1. Baol ha detto:

        @camu:

        Semplicemente perchè non ne capisco una cippa di quella roba tecnica

  5. Giovambattista Fazioli ha detto:

    Mi piace moltissimo! Per il prossimo di undolog.com ti “ruberò” qualche idea 😉

    1. camu ha detto:

      Ne sarei onorato 🙂

      1. Giovambattista Fazioli ha detto:

        @camu: dico sul serio. Sono abbastanza critico sui temi WordPress e questo è uno dei pochissimi che mi piace davvero. Oltre a esser semplice (ma con tanti accorgimenti nascosti) e chiaro e – in un certo senso minimalista – risulta gradevolissimo visivamente, facendoti sentire a “casa tua”. Un complimento sincero…

        1. camu ha detto:

          @Giovambattista Fazioli: beh, grazie! Detto da uno “del mestiere” è ancora più ben accetto. Ora sto iniziando a giocherellare con JQuery Mobile, vediamo cosa riesco a tirar fuori. Ed anche io dicevo sul serio 🙂

Lascia un commento