due chiacchiere

Un Asus EeePC nello zaino

Sotto l’albero di Natale 2008 ho trovato due maglie nuove, una decorazione da appendere per celebrare i grandi eventi del 2008, un servizio di posate da sfruttare quando compreremo casa, ed un portatile nuovo. Ebbene si, complice la tredicesima ed una promozione su Amazon, ho regalato a mia moglie un Asus EeePC 1000 HA: processore Atom da 1.6 giga, Windows XP base, 2 giga di RAM, 160 giga di disco rigido, un display da 10 pollici e quant’altro. Prezzo dell’acquisto: 400 dollari, circa 280 euro al cambio di questi giorni. Questo articolo, neanche a dirlo, lo sto scrivendo proprio sulla piccola tastiera di questo gioiellino della tecnologia. Se i “netbook” (come si usa chiamarli adesso) sono nella lista dei tuoi desideri, eccoti le mie prime impressioni sul modello di casa Asus.

Un sistema operativo perfetto

I puristi, lo so, avranno già storto il naso a leggere che ho preso il modello equipaggiato con Windows XP anziché quello con Linux, ma come dicevano saggiamente i latini, de gustibus non est disputandum. E poi a dirla tutta, ne ho abbastanza di complicarmi la vita a cercare improbabili driver, a far funzionare i miei programmi preferiti e quant’altro: a me il sistema operativo di casa Redmond piace. Specialmente dopo il rilascio dell’ultimo service pack, lo trovo stabile, intuitivo e versatile. E la versione “leggera” per l’Asus EeePC non fa che confermare le mie impressioni positive: al momento il sistema sta usando circa 500 mega di memoria, con un server web attivo, Firefox, Thunderbird, antivirus ed un PDF aperto. Senza notare particolari rallentamenti nelle performance del processore.

Visto da fuori

Esteticamente è molto “alla moda” con l’involucro nero lucido (che si sporca molto facilmente) e la bustina in tessuto sintetico in cui riporlo durante i viaggi (in dotazione con l’offerta). Al di là dei numeri, il peso non è eccessivo, e nello zaino non ingombra molto. Il disco rigido riscalda un po’, per questo rispetto al cugino dotato di memoria a stato solido, c’è una ventola che di tanto in tanto si accende per dare un po’ di fiato ai componenti interni. Se sei un amante del silenzio assoluto, questo modello non fa per te; comunque il rumore è ampiamente nei limiti della tollerabilità, anzi minore rispetto al Dell aziendale che ho avuto tra le mani qualche tempo fa.

Il touchpad dei miracoli

Le prestazioni sono di tutto rispetto per questo “soldo di cacio” (ti ho già detto che c’ho installato un server web, vero?) ma la cosa che amo di più è il touchpad: come è di moda dopo l’avvento dei MacBook, è sensibile al tocco di più dita, consentendo di ingrandire un’area dello schermo (dita che si allontanano), di aprire le risorse del computer (tre dita verso il basso) o di sfogliare le pagine di un documento (tre dita a destra o a sinistra). In pratica, dopo un po’ d’uso, i due tasti destro e sinistro non servono più, facendo tutto con i gesti sul touchpad. Peccato che non esista la versione con Windows Vista, altrimenti credo si potrebbero usare i comandi vocali. In conclusione: sicuramente i 400 dollari meglio spesi del 2008.

Commenti

  1. Nemuriko ha detto:

    Ne ho avuto per le mani uno anche io (ma non mi ricordo il modello ^^’).
    Devo dire che visto il prezzo, le dimensioni e le funzioni in alcuni casi e per alcune esigenze possono essere una valida alternativa ai palmari (visto che i prezzi sono simili).
    Come pc “da casa” però lo trovo scomodo. Soprattutto per la tastiera e per il monitor.
    Ciauz

  2. Trap ha detto:

    E mettere una foto no? 🙂

  3. Trap ha detto:

    A proposito, nel post dici: “Peccato che non esista la versione con Windows Vista, altrimenti credo si potrebbero usare i comandi vocali.”

    Volevo sapere se li hai usati sull’altro portatile e come ti sei trovato 🙂 Oltre a quello, cosa ne senti la mancanza?

  4. camu ha detto:

    @Nemuriko, concordo sulla scomodità, infatti io lo tengo sempre nello zaino, a casa mi godo il mio bel 17 pollici 🙂
    @Trap, beh se ne trovano tante in rete di foto! Riguardo ai comandi vocali, ammetto che ci ho “giocato” un paio di giorni, ma il mio Vista è in inglese, quindi il poveretto non riusciva a capire benissimo la mia pronuncia con forte accento italiano 😉 Così ho lasciato perdere…

  5. Gwendalyne ha detto:

    Io mi sono “innamorata” dell’Eee PC 901, e avevo ordinato online la versione con Linux preinstallato all’incredibile prezzo di 289 euro spese escluse (di listino sta a 369). Ho chiamato dopo un po’ per domandare come mai l’ordine non risultasse ancora evaso, e mi hanno risposto che avevano esaurito l’articolo e dovevano riordinarlo, si sarebbero fatti sentire al momento opportuno per avere conferma della mia intenzione di acquisto. L’altro giorno hanno telefonato per dire che la merce era arrivata, però si trattava del modello superiore, il 901 GO, che loro erano disposti a vendermi allo stesso prezzo del 901… ma siccome il SO preinstallato è Windows XP ho preferito annullare l’ordine (Linux non lo conosco ancora abbastanza bene da saperlo installare… e so che alla fine sarebbe passato troppo tempo prima che mi sentissi in grado di farlo, conoscendomi). A questo punto sono disperatamente in cerca di un consiglio spassionato: insisto sul 901 (che purtroppo adesso si trova online a prezzi prossimi a quello di listino) o mi oriento su qualche altro modello con caratteristiche equivalenti? (Il disco SSD è per me irrinunciabile) C’è qualcuno che può aiutarmi?
    Mi scuso per l’invasione! 🙂

  6. Trap ha detto:

    @camu: riguardo a Vista, ho avuto tra le mani molti portatili con Vista Premium preinstallato, addirittura alcuni hanno il Core 2 Duo 7500 con ben 2 giga di RAM. Tutti, e dico, tutti i proprietari si lamentavano della lentezza con qui si avvia Vista, e del suo consumo esagerato di risorse (guarda quanto occupa il solo Vista su disco fisso… mi sembra 15 giga!), e nonostante tutti avessero i processori dual core, sembrava che andassero PIU’ LENTAMENTE del mio vecchio DELL con un processore single core a 1,7 ghz e un solo giga di RAM… secondo me hanno fatto uscire Vista troppo presto senza aver tempo di ottimizzarlo… e ti dico, uno di loro ha formattato completamente il disco fisso e messo Ubuntu, con XP in una virtual machine con virtualbox, e vive felice 🙂

  7. Trap ha detto:

    @Gwendalyne ti sconsiglio l’Acer, il suo disco SSD è *notevolmente* più lento di quello ASUS. Magari su ebay ne trovi…

  8. camu ha detto:

    @Gwendalyne, qui in America posso trovarti l’EEEPC 1000 per meno di 300 euro, nuovo di pacca 😉 Se ti interessa parliamone! Riguardo alla SSD, è una questione di leggerezza e silenziosità? Perché guarda che anche la versione con disco rigido normale (come il mio) ha un lettore SSD incorporato.

  9. Tommy David ha detto:

    Ne penso che l’EeePc è un gran bel computerino (anche se il mio modello ha una tastiera davvero bacata…) per un uso davvero “portatile”, e che hai un gran bel coraggio a parlare così bene di Windows (ma sappi che concordo). 😉

  10. Gwendalyne ha detto:

    @trap: grazie! 🙂

    @camu: mi risulta che il disco SSD garantisca anche minori consumi e una maggiore robustezza agli shock… no? Comunque grazie mille per la proposta, ci penserò! 🙂

  11. Emanuele ha detto:

    Sigh camu! La buona occasione per provare *qualcos’altro* e… ti lasci sopraffare dalle abitudini! 🙁
    Mi avrebbe fatto tanto piacere leggere una recensione un pizzico diversa… ma vabbè!
    Comunque il prezzo non è male, e credimi che questi cosini incuriosiscono anche me nonostante abbia un macbook! 😉
    Ciao,
    Emanuele

  12. camu ha detto:

    @Emanuele, lo so in effetti. Ma fra qualche giorno vi svelerò un segreto… un esperimento che sto facendo in questi giorni. Ad ogni modo, guarda che questi giocattolini supportano anche Leopard 😉 Intanto ho appena notato che il tuo commento è stato inviato alle 2 di notte. Ora, per me è normale perché ho il fuso orario, ma tu…

  13. Trap ha detto:

    Ti sei innamorato di Leopard? 😛 Non a caso, le ultime statistiche parlano proprio di una forte crescita degli acquisti di Mac a discapito di Vista

  14. Piero_TM_R ha detto:

    Parzialmente OT.
    Io ho preso da qualche mese il portatile nuovo (Acer Aspire 5530) con ben 4gb di ram e Vista Home Premium e non mi sembra particolarmente lento l’avvio del sistema di per se, solo l’avvio di tutti i servizi quando si ha già il desktop davanti è un po’ lento (alle volte segnala di non avere la rete e poi come per magia salta fuori).
    I netbook sono molto affascinanti, vista la facilità di trasporto, ma concordo che per un uso costante non siano adatti.
    Personalmente condordo con Camu, WinXPSP3 va che è una meraviglia ed è molto stabile, Vista è un po’ pesante (forse è come dice Trap, era immaturo) e alle volte risulta un po’ oscuro, però chiaro come richieste e messaggi (sempre meglio che quelle pagine di numeri e lettere che nessuno capisce) di errore.

  15. Emanuele ha detto:

    Ecco camu, provalo… però se va lento non immaginare che sia colpa dell’OS. Non è ottimizzato per quell’hardware… un po’ come quando l’ho installato sul mio pc. L’esperienza con un Mac è tutta un’altra cosa!
    Ciao,
    Emanuele

  16. camu ha detto:

    @Trap, innamorato di Leopard ancora no. Qui in ufficio mi hanno “costretto” a lavorarci perché uno degli applicativi che abbiamo non ha la licenza per Windows. Diciamo che mi sono divertito, anche se mi ci è voluto un po’ per orientarmi. Diciamo che potrebbe piacermi, ma chi mi conosce bene sa quanto io sia un abitudinario (ecco perché ho sempre amato l’omonima canzone di Elio e le Storie Tese) quindi…
    @Piero, anche il Dell aziendale che mi hanno dato ha 3 giga di ram ed un processore veloce, con Vista Business Premium, e non è per nulla lento. Secondo me il service pack che hanno rilasciato qualcosa ha sistemato 😉 Riguardo ad XP, al momento non esiste sistema operativo migliore (in casa Microsoft, s’intende) a mio parere. Ah, ho iniziato a seguire il tuo consiglio (credo) di qualche mese fa, ed usare le macchine virtuali per non sporcare il sistema ospitante! Però alcuni applicativi sono un po’ lenti, sob.

  17. Trap ha detto:

    @Camu: anche io ho usato varie volte il mac del “compagno” Roger (ricordi? eh eh), per certe cose è innovativo rispetto a Windows, una fra tutte, la barra applicazioni (dock). Poi comunque puoi usare anche il terminale per fare certe cose 🙂

    e per quanto riguarda le macchine virtuali, in che cosa è lento? Che processore hai? Hai verificato se VirtualBox ha attivato le estensioni VT e, dalla 2.1.0 in poi, l’accelerazione 3D per le macchine guest?

  18. camu ha detto:

    @Trap, la barra di Windows 7 in questo senso promette miracoli, io me ne sono già innamorato!

Lascia un commento