due chiacchiere

Non si scherza con Zohan

Da quando mi hanno detto che io sarei la copia sputata di Adam Sandler, non posso fare a meno di guardare tutti i suoi film. L’ultimo in ordine di tempo dovrebbe essere You don’t mess with the Zohan, che i soliti traduttori reclutati sul mercato cinese, hanno fatto diventare “Zohan, tutte le donne vengono al pettine” (ma che diamine di titolo è mai questo?). Una pellicola che prende in giro ebrei e palestinesi e la loro (cito dal film) “stupida guerra” che dura oramai da decenni. Zohan è un eroe ed agente segreto delle forze israeliane che però vuole fare tutt’altro nella vita: il parrucchiere. Fuggendo su un aereo, arriva a New York (e dove altrimenti?) con soltanto il suo sogno e i vestiti che ha indosso. Nascosto nella stiva, siede accanto a due cagnolini, Scrappi e Coco, dai quali prende il suo falso nome per ricominciare la sua nuova vita americana.
Adam Sandler torna alle sue origini con questa pellicola: non tutti sanno che aveva cominciato la sua carriera scrivendo per il Saturday Night Live (un incrocio tra Zelig e gli spettacoli di Serena Dandini) e interpretando personaggi surreali e demenziali, proprio come questo supersoldato che non prova dolore, non può essere ferito e può sbaragliare decine di terroristi tutto da solo. Un personaggio che da una parte sembra la parodia di un supereroe, ma dall’altra riprende tutte le insicurezze e l’innocenza dei personaggi già interpretati da Sandler. Tra questi come dimenticare il protagonista di Reign over me (credo una delle poche sceneggiature drammatiche di Sandler) o il fortunato ragazzo con il telecomando magico di Cambia la tua vita con un click.

Commenti

  1. Andrea Pinti ha detto:

    A me personalmente non ha fatto impazzire Zohan. Cioè, ho riso si, e a volte anche di gusto, ma forse è stato un pelino troppo surreale. Bello ma poteva essere meglio insomma 🙂

  2. Barbara ha detto:

    Un po’ demenziale ma a tratti veramente divertete sto film , a me comunque piace Sandler 🙂

  3. camu ha detto:

    Concordo con entrambi, il film è dichiaratamente demenziale, quindi non c’è tanto da stupirsi in questo senso. Però il messaggio tra le righe è quello che mi è piaciuto di più: basta guerra, in America tutti possono realizzare il proprio sogno 🙂

  4. larvotto ha detto:

    Beh, a questo punto voglio vedere una tua foto!
    O la pubblichi o la mandi in privato… l’email lo sai 😀

  5. camu ha detto:

    @Larvotto, che fai non ti fidi? 🙂

  6. larvotto ha detto:

    Ho smesso di fidarmi dopo uno dei miei primi (ed ultimi) incontri di chat tanti anni fa…
    Non mi aveva mandato la foto, ma si era definito “vagamente simile a Richard Gere”.
    Inutile dire che era vagamente simile a Richard gere quanto io sono vagamente simile a Brigitte Bardot!
    Quindi, sgancia la foto 😀

  7. someone ha detto:

    Ma che sito brutto è questo? L’ho trovato in seguito ad una vostra lamentela infondata su Tophost, ora capisco molte cose 🙂

  8. camu ha detto:

    @Simeone, mi devo essere perso qualcosa: io ho sempre difeso Tophost “a spada tratta”, non capisco a quale lamentela ti riferisci. E poi dici che questo sito è brutto. Ma tu ne hai uno più bello da farmi vedere? Sono sempre aperto alle critiche, ma la tua non mi aiuta a migliorare 😉

  9. emanuele ha detto:

    Camu: what about a Ferrari look ?

  10. camu ha detto:

    @Larvotto, ti confesso infatti che mia moglie non è affatto d’accordo sulla mia somiglianza con Adam Sandler, anche perché molto dipende dal taglio di capelli del momento, o dalle espressioni che faccio. In verità quello che diceva Matteo (il sito che ho segnalato nel mio articolo, che proclama il mio essere sosia con l’attore americano) è che gli somiglio negli atteggiamenti e nei modi di fare! Riguardo alla foto… quando deciderò di rinunciare alla mia privacy, forse, te lo farò sapere 🙂
    @Emanuele, uhm? Non l’ho mica capita, sai…

  11. emanuele ha detto:

    Camu dal momento che stai vedendo i film di Adam Sandler pensavo che Zoolander ti fosse noto. A quel punto il Ferrari sguardo non ti sconvolgerebbe !!!

  12. camu ha detto:

    @Emanuele, Zoolander l’ho visto secoli fa, figuriamoci se mi ricordavo del Ferrari look 🙂 Comunque ti sei confuso (capita sempre anche a me) con Ben Stiller. Forse assomiglio un po’ anche a lui…

  13. emanuele ha detto:

    Camu…mi copro il capo di cenere e vado mestamente a spalare la neve 😉
    Un saluto !!!

  14. camu ha detto:

    @Emanuele, ma no… non te lo dicevo mica con tono di rimprovero! Anzi, come detto io per primo faccio spesso confusione! E comunque adoro Ben Stiller, quasi più di Sandler. Riguardo alla neve, anche qui non ci possiamo lamentare. Beh, almeno mi tengo in forma 🙂

  15. Annalisa ha detto:

    Ciao, Camu, ora devi veramente inviare una foto….. Magari si scopre che assomigli al mio preferito, cioè GEORGE….

  16. camu ha detto:

    @Annalisa, mica intendi Clooney? Perché in quel caso devo subito deluderti… io e George ci assomigliamo quanto una panda ed una ferrari 🙂

  17. Annalisa ha detto:

    Dopo lunga assenza….. Si intendevo Clooney. Nel senso che clooney è una Panda e tu la Ferrari. Ciao ti scrivo presto e ti aggiorno su VE e acqua alta Sig. sig…..

  18. camu ha detto:

    @Annalisa, no non farti illusioni: clooney è la Ferrari 😉 Comunque attendo volentieri tue nuove!

Lascia un commento