due chiacchiere

Anno ricco, mi ci ficco

È ancora troppo presto per poter condividere la mia nuova esperienza di oggi. Non lo faccio per creare suspance, semplici obblighi contrattuali mi impongono il più stretto riserbo sulla vicenda, almeno fino alla fine del mese. Ma non indovineresti mai di cosa si tratta, ne sono sicuro. In compenso ti dirò che sto approfittando del viaggio in treno per provare, complice il mio fedele palmare, a scrivere questo articolo “in movimento”.

Era da un bel pezzo che non viaggiavo a bordo delle Ferrovie dello Stato, abituato fin troppo bene dalla mia fedele automobilina. Devo dire che non mi sembra di aver notato grossi miglioramenti; in compenso ho potuto viaggiare sulla “concorrente” Cisalpina: speriamo che questo nuovo regime porti buone novità per i viaggiatori. Treni a parte, pare che questo 2006 sia davvero un anno ricco di novità, buone notizie, esperienze uniche: la nazionale vince i mondiali, il mio collega aspetta un bimbo, questa cosa che ho fatto oggi, un’altra che farò il 21 ottobre, il milan che rimane addirittura a giocare in Europa, io che finalmente riesco a iscrivermi all’AVIS. Troppa grazia, sant’Antonio, verrebbe da dire.

Era la notte di capodanno, e dentro di me sentivo che il 2006 sarebbe stato un anno speciale, ma gli avvenimenti mese dopo mese superano addirittura la mia fantasia. Immagino che lo zampino di Celestino ci sia in ognuno di essi, e che voglia dirmi di vivere e godere di questa vita più che posso. O forse vuole che lo dica proprio a te che mi stai leggendo in questo momento.

Commenti

  1. Trapanator ha detto:

    Cisalpina?

  2. camu ha detto:

    esatto, ci hai mai viaggiato? i treni non sono male, e il personale è molto giovane, in genere…

  3. Trapanator ha detto:

    ah! Ha un sito internet ?

  4. camu ha detto:

    beh, quello che ci si può immaginare facilmente: http://www.cisalpino.com/

  5. Matteo ha detto:

    Tu fai finta di niente, con disinvoltura….fischiettando….in modo che la fortuna possa continuare a sorreggerti 😉

  6. camu ha detto:

    macché, ho parlato troppo presto… ieri sera uscendo dalla stazione, vado a cercare la mia bici parcheggiata poco lontano e… rubata 🙁 oggi ho una incazzatura che mi cova dentro… ti lascio immaginare. evviva gli indulti. stasera la vado a rubare anche io una bici, ne ho adocchiata una niente male.

Lascia un commento