due chiacchiere

Come fare a lavorarsi la strada

Va bene, il titolo sembra un po’ ambiguo, ma mi serve per introdurre la lezione d’inglese di oggi. Se al ristoranti senti chiacchierare le due cameriere ed una dice all’altra I worked my way up to this, non devi fraintendere: la tipa non pratica certo un secondo “equivoco” mestiere, dopo quello al ristorante. Questo modo di dire, invece, si utilizza quando si vuole esprimere di aver lavorato duramente e con fatica, per raggiungere un obiettivo. Un po’ a tutti è capitato di mettere da parte un po’ di soldi alla settimana, per ritrovarsi un discreto gruzzoletto alla fine dell’anno: ecco, in inglese direi che you worked your way up to that money.

Notato qualcosa di strano nell’ultima frase che ho scritto? In Italiano si potrebbe tradurre “hai faticato tanto per quei soldi” (che è plurale). Allora perché in inglese ho scritto that (quel) e non those (quei), se i soldi sono tanti? Questa domanda mi porta ad introdurre il secondo tema di oggi: in inglese esistono alcune parole parenti dei falsi amici di cui ho parlato in precedenza, che ci portano sulla cattiva strada per il modo differente in cui si comportano nelle due lingue. Sono quelle che a scuola chiamano le parole “non numerabili” (uncountable).

Money è una di queste: va sempre usata al singolare, un po’ come il denaro sarebbe per noi. L’altra, più famigerata, è sicuramente information: non aggiungere ma la ‘s’ finale a questa parola, per renderla plurale, è un errore punito con gravi sevizie! L’ultima è hair (capelli, peli, peluria in genere): io l’ho imparato sulla mia pelle quando, andando per la prima volta dal barbiere qui in America, ho detto alla signorina I’d like to cut my hairs. Non c’è bisogno di dirti la faccia inorridita della tipa 🙂

Commenti

  1. jgor ha detto:

    Sai cosa sarebbe una rubrica interessante? Una sorta di “vocabolario” ossia oltre le lezioni dei “falsi amici” una sorta di “parola al giorno” per aumentare il vocabolario.
    Se poi facciamo un po’ di grammatica ti seguo e mi riapproprio del mio inglese rattrappito e agonizzante.
    Ormai leggo bene solo file, edit, … , transform 😀 e tutti i comandi sulla grafica!!!!

  2. Occhidigiada ha detto:

    ehi camu grazie per le lezioni, a me serviranno per il prossimo anno ihihih

  3. camu ha detto:

    Jgor, in effetti queste lezioni includono proprio quello che chiedi, anche se non in maniera esplicita. Ogni volta introduco nuove parole, e le inserisco in un contesto. Ovviamente non voglio diventare troppo “cattedratico” quindi manterrò questo tono informale anche qui.
    Occhidigiada, per quando vieni qui in America? Ma allora è tutto deciso?

  4. jgor ha detto:

    A quando un bel PDF scaricabile?
    hihihi che scrocconi 😀

  5. camu ha detto:

    A che ti serve il PDF scaricabile, questo sito è “amico” della tua stampante: se provi a stampare questa pagina, vedrai che è meglio del PDF!

Lascia un commento