due chiacchiere

Farsi strada con l’inglese

Ne avevo già parlato un paio di settimane fa: grazie ad una collaborazione con il sito Il mio inglese, la lezione d’inglese di oggi è tenuta da una delle loro professoresse. Un salto di qualità di tutto rilievo: finora tutto si era basato sulla condivisione della mia esperienza quotidiana con questa lingua, in giro per le strade americane, dai cartelli stradali ai ristoranti, dai modi di dire alle pubblicità. Adesso grazie a questa cooperazione, c’è nientepopodimeno che un insegnante a proporci uno spunto di riflessione. Come direbbero gli americani in questo caso, please help me welcome our guest teacher.

Come in italiano la parola strada, anche la parola road in inglese si presta ad essere utilizzata in molte espressioni metaforiche e idiomatiche. Quando qualcuno goes down that road (va giù per quella strada) significa che ha preso una decisione, ha deciso di fare qualcosa in un modo particolare. Per esempio: we want to give him full support, but if we go down that road we’ll make some enemies (vogliamo dargli un supporto totale, ma se prendiamo una tale decisione ci faremo dei nemici).

Essere in the middle of the road (in mezzo alla strada) significa non avere idee estreme/estremiste politicamentre parlando. Per esempio: about immigration, both candidates are middle of the road (riguardo all’immigrazione, entrambi i candidati non hanno idee estremiste). Un famoso proverbio dice The road to hell is paved with good intentions (la strada per l’inferno è lastricata di buone intenzioni) e significa che spesso si hanno buone intenzioni, ma non si riesce poi a fare uno sforzo per concretizzarle e realizzarle.

Lascia un commento