due chiacchiere

Gli intronati

Le ferie scaglionate sono quelle che si prendono nel fine settimana, allungandolo con un giorno in più, ad esempio il Venerdì. In questi piccoli scampoli di libertà lavorativa, è bello partire ed esplorare i mille angoli segreti del nostro Belpaese. Complice anche la presenza del suocero, ci siamo quindi avventurati alla scoperta di paesi e paesini vicini e lontani. Un modo “alternativo” di vivere l’estate: non soltanto abbronzatura e tuffi nell’acqua azzurra, ma anche cultura e scoperta dei tesori che abbiamo sotto il naso e dei quali conosciamo ben poco.

sopra una porta sta scritto: accademia degli intronati

E così si scopre che da qualche parte sul suolo italico esiste l’Accademia degli Intronati, sicuramente particolarmente frequentata in questo periodo estivo in cui la canicola ci rende tutti meno lucidi.

(da un testo che descrive la storia di quest’associazione) Luogo di ritrovo dell’aristocrazia, la cui prima manifestazione pubblica risale al 1531 con la rappresentazione della commedia anonima “Gl’ingannati”. In genere la prima produzione teatrale degli Intronati è caratterizzata da giochi raffinati e leggeri, animati da un languido erotismo, il cui destinatario nobile ed elegante è il pubblico femminile.

Lascia un commento