due chiacchiere

Il formaggio alla… pecorina

Oramai la notizia ha fatto il giro della rete, ma qualcuno potrebbe essersela persa, quindi la riporto qui per i miei lettori.  Il Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca ha pubblicato, lo scorso Novembre, un bando per un assegno di ricerca presso l’Università di Firenze. Titolo del progetto associato alla borsa di studio: “Dalla pecora al Pecorino:  tracciabilità e rintracciabilità di filiera nel settore lattiero caseario toscano”. E fin qui nulla di male. Andando però a spulciare come hanno tradotto in inglese quella frase, si leggeva “From sheep to Doggy Style…” What?!? Quella frase, ritradotta in Italiano, vuol dire Da pecorino a pecorina (intesa come posizione di un atto sessuale). Quando me l’ha segnalato Trap, stentavo a crederci. Sarà una bufala, mi sono detto. Ma rendendomi conto che persino Paolo Attivissimo ed il Corriere Fiorentino ne parlavano, mi sono cascate le braccia. Interessante però che Google sappia come si traduce in inglese la pecorina

Commenti

  1. Fiordicactus ha detto:

    Ah! Ah! Ah! . . . io pensavo fosse colpa di Google, cioè che cercando questo bando su Google si trovasse così tradotto . . . 🙂

    Questa è peggio di quella della Metropolitana di Roma! 😉

    Ma nessuno ricontrolla??, anche solo per sentito dire, c’è una similitudine con “hot dog” e persino io (e i bambini dell’asilo ormai) so che “dog” è “cane”, da qui, un controllo più attento lo dovevano fare.:-)

    Poi, mi chiedo, non è a Firenze che ci sono un sacco di sedi staccate di scuole inglesi e americane??? E nessuno conosce qualche amico che . . . e sono l’Università . . . che figuraccia! 🙁

    Non so se è peggio questa o quella della galleria che dal GranSasso arrivava a Ginevra! :-/
    O a quella mostra dove (credo per colpa dell’automtismo di Word o simile) il pittore Mantegna è diventato Mantenga! :-)))

    Ciao, Fior! 🙂

    1. camu ha detto:

      @Fiordicactus: i malpensanti dicono che sia stato fatto apposta, essendo Firenze la patria dei goliardi più incalliti (Amici Miei?) 😉

      1. isaak ha detto:

        @camu: Dici .. !? Hmmm… non so se e’ meglio o peggio pensare che lo abbiano fatto apposta come scherzo .. a me sembra una cosa grave per un’universitá, su di un bando di ricerca.. dai é un documento ufficiale.

        Se lo hanno fatto apposta lasciami dire che sono delle gran teste di cazzo .. praticamente la scelta e’ tra .. essere cazzoni .. o essere ignoranti… mi pare che non stiano messi molto bene, comunque la si veda… bah ..

        1. Trap ha detto:

          @isaak: avrei scommesso quello che vuoi che ci sarebbe stato un tuo commento 😀

        2. camu ha detto:

          @Trap: perché si parla di pecorina, dici?

        3. isaak ha detto:

          @camu: per la verita’ .. ho commentato per puro spirito di “cortesia” .. visto che prima ero stato accusato di essere troppo tenero con l’itaGlia .. visto che avevamo criticato le abitudini alimentari statunitensi.. adesso era il turno di smerdare un po’ gli italiani… pero’ se debbo essere onesto .. di tutti i problemi possibili ed inimmaginabili del paesello peninsulare, non mi sarei soffermato su di una relativa sciocchezza come quella .. alla fine della fiera c’e’ piu’ da riderne che non altro.

        4. camu ha detto:

          @isaak: ma si, infatti si fa per ridere…

  2. elfonora ha detto:

    Che figuracce, e quanta poca professionalità…manco un madrelingua che ti corregge il bando in Inglese…

  3. Caigo ha detto:

    Quando leggo queste cose mi convinco sempre di più che non ci sia nulla casuale ma che in realtà si tratti di gaffes create ad arte. 😉

  4. evilripper ha detto:

    lol se lo hanno fatto apposta sono dei geni del male anche perchè si son fatti una pubblicità enorme, anche se potrebbero aver sbagliato a digitare la o con la a e il traduttore riporta proprio doggy-style (haha adesso ti si indicizza doggystyle chissà per quali ricerche salterà fuori il tuo blog! 😀
    ps
    cmq io rido ancora per questo post di fail blog su una traduzione fallita (non so se è reale o un fake) che ogni tanto riesumo

    1. camu ha detto:

      Già, hai ragione sui rischi di essere indicizzato per la… Pecorina 🙂 Comunque il Ministero ha ammesso l’errore (in maniera patetica secondo me) scusandosi in homepage. Peccato che mentre all’epoca certa stampa si sia “mangiata viva” la Gelmini per il Gran Sasso, ora tutti i grandi quotidiani tacciano. Ipocriti!

      1. evilripper ha detto:

        @camu: si questa notizia è passata più in sordina, anche se forse quella del gransasso era una bella castroneria bella grossa e la gelmini molto più famosa e molto più odiata… insomma ai giornali piace vincere facile come alla televisione! 😀

        1. Fiordicactus ha detto:

          @evilripper: Ho letto in alcuni blog di insegnanti che nemmeno questo Ministro è ben visto! :-/

          Chissà, da quel lontano ’68 sulla scuola, tutti esperimenti e riforme e i ragazzi sempre meno preparati! :-/

          Ciao, Fior

  5. CyberAngel ha detto:

    Google sà cos’è la pecorina perché qualcuno gli avrà scritto a mano la traduzione. Sporcaccione!

  6. ondiz ha detto:

    Anch’io come qualcun altro ho pensato a tutto tranne che al formaggio 😀

Lascia un commento