due chiacchiere

Il salame turco ritorna

Circa due anni fa ho proposto questa ricetta sul mio blog, dopo averla assaggiata in un ristorantino in centro. E solo adesso mi rendo conto che sono due anni che non mangio una fettina di salame al cioccolato (o salame turco) 🙂 D’altro canto in previsione dell’estate, bisogna smaltire la pancetta da impiegato per essere pronti a sfoggiare forme perfette in spiaggia, quindi mi toccherà rinunciare a questa leccornia ancora per qualche mese. Ma se tu non hai di questi problemi, e vuoi preparare un dolce pasquale diverso dalla solita colomba (o come accompagnamento alla stessa), segui le facile istruzioni qui di seguito, per deliziare il tuo palato e quello dei tuoi amici che ti vengono a trovare.

Ingredienti per un salame (8 persone)

150 gr di biscotti secchi, 100 gr di zucchero, 100 gr di burro, 1 uovo, 100 gr di cacao amaro in polvere, 3 cucchiai di rum.

Tempi e strumenti

Sono sufficienti 15 minuti per preparare l’impasto, ma il salame deve riposare più di 4 ore in frigo prima di poter essere servito. Per facilitare le operazioni, ti serviranno: un cucchiaio di legno, una forchetta, un foglio di pellicola trasparente o alluminio, una terrina, una pentola per ammorbidire il burro, un bicchiere.

Fai ammorbidire il burro a bagno maria, infilandolo in un bicchiere che a sua volta immergerai in una pentolina d’acqua tiepida. Nel frattempo monta l’uovo (senza separare albume e tuorlo) fino ad ottenere una spuma soffice, per circa 10 minuti. Aggiungi il burro liquido, ed i biscotti sbriciolati in pezzi abbastanza grossi, mescolando con il cucchiaio di legno. Incorpora quindi lo zucchero, ed infine il cacao amaro in polvere.

Alcuni qui suggeriscono una variante: aggiungere anche 100 grammi di cioccolato al latte sciolto (assieme al burro nel pentolino) agli altri ingredienti. Variante o meno, disponi il composto sulla pellicola trasparente o sul foglio di alluminio e avvolgilo formando, appunto, un salame cilindrico. Fai riposare in frigo per circa 4 ore.

Commenti

  1. Tommy David ha detto:

    Squisito! Io non ne mangio da decenni… Ma ricordo ancora che dalle mie parti (o solo a casa mia? boh) come liquore mettevano il… Cynar!

  2. Emanuele ha detto:

    Buonissimo il salame turco! =)
    Ciao,
    Emanuele

  3. DeSantis Business ha detto:

    Non so se è quello che penso io e si chiama salame turco. So salame dolce, è il turco allora. Fantastico..

    Biscotti secchi? Gli oro saiwa vanno bene? 🙂

  4. Barbara ha detto:

    Mai saputo che si chiamasse turco? Lo chiamavo sempre salame di cioccolato

  5. camu ha detto:

    @Tommy David: io invece l’ho sempre assaggiato con qualche liquore dolce, tipo un buon limoncello oppure, per rimanere in tema con la Sicilia, una malvasia o un passito.
    @DeSantis Business: sai cosa, ora ci aggiungo una foto, per fugare ogni dubbio… credo che io sia uno dei pochi a chiamarlo “turco” a giudicare dai commenti eh eh. Comunque si, gli oro saiwa sono perfetti per questo dolce.

  6. salvo ha detto:

    e se ti suggerisco di aggiungere dellla granella di nocciole tostate?beh prova e fammi sapere

Lascia un commento