due chiacchiere

In differita dal WordCamp NYC 2010

Avevo promesso che avrei pubblicato qualche foto scattata al WordCamp di New York della scorsa settimana. E così eccomi qui a soddisfare la curiosità di chi non c’era. Ho partecipato alla prima giornata, quella con tutti gli interventi strutturati, dove ho assistito ad alcuni talk interessanti: l’avvento di HTML 5 nei prossimi temi di WordPress, l’uso avanzato delle API di sistema, l’ottimizzazione della piattaforma per siti che devono sopportare grossi carichi e molto altro. Non c’era il venerato Matt Mullenweg, colui che ha dato vita a WordPress, ma uno dei suoi luogotenenti, Andrew Nacin, che ha incoraggiato tutta la comunità a continuare a contribuire e far crescere questo strepitoso prodotto open source.

Come spesso accade anche in Italia, l’organizzazione è stata a cura di una delle università di New York, il Baruch College, che si trova nella parte bassa di Manhattan. Era da un pezzo che non andavo da quelle parti, ed è stato piacevole fare due passi downtown.

Le aule universitarie erano abbastanza capienti per accogliere la moltitudine di accoliti richiamati dall’evento. La mattina è stata una carrellata di tutti i talk: tutti quelli che avevano un intervento in programma ne hanno fatto un riassunto in circa 5 minuti, così che la gente potesse decidere se valeva la pena seguirlo o no. Il pranzo, gentilmente offerto dagli organizzatori (e ci credo bene, con il biglietto costato 30 dollari) era a base di panini (anche vegetariani), insalate e dolcetti vari.

Per tornare a casa, invece di prendere la metropolitana per raggiungere la stazione degli autobus che vanno verso il New Jersey, ho deciso di farmi una bella passeggiata, per gustare un po’ del clima autunnale che rende New York davvero speciale.

Commenti

  1. Andrea Pinti ha detto:

    Aspettiamo succosi hint su WP allora 🙂

    1. camu ha detto:

      @Andrea Pinti: ho già pronto l’articolo apposito, lo manderò in onda a breve 😉 Intanto puoi provare a sentire cosa ha detto Andrew Nacin nel suo intervento introduttivo…

  2. palbi ha detto:

    ahhh mi spiace di nn avercela fatta a passare!
    …anche se da fanatico di tumblr non so se ero proprio bene bene accetto 😉

    1. camu ha detto:

      @palbi: beh, ma non se ne sarebbe accorto nessuno. E poi non c’è nulla di meglio che mangiare a spese della “concorrenza” 😀

  3. palbi ha detto:

    si, poi fra l’altro nn sarei neanche l’unico ad avere una maglietta di tumblr 😉 http://bit.ly/a8JHMq

    1. camu ha detto:

      @palbi: secondo me è un fotomontaggio 😀 Scherzi a parte, magari l’anno prossimo t’avverto per tempo…

Lascia un commento