due chiacchiere

La sicurezza essenziale di Microsoft

Sto provando in queste settimane sul mio fido EeePC un nuovo prodotto Microsoft, quella che i soliti manichei considerano la sorgente di tutti i mali del mondo. Si tratta dell’antivirus Security Essentials, del quale ho già letto varie impressioni positive in giro per la rete. Senza contare le prove sul campo, che lo posizionano nella parte alta della classifica, accanto ai blasonati Karspersky, Nod32, Avast e AVG. Quest’ultimo, in particolare, è ciò che usavo in precedenza (e che uso tutt’oggi sul computer di casa, dato che ho pagato la licenza biennale). E che non m’aveva mai deluso negli sporadici episodi di file infetti scaricati dalla rete, sebbene non gli abbia dato mai troppo lavoro in fondo. Così ho voluto “provare a cambiare, né…” come diceva la Littizzetto in una pubblicità dei tempi in cui ero ancora in Italia.

Ho salvato sul desktop (o per lo meno c’ho tentato) un allegato proveniente da fonte dubbia, preso a casaccio dalla montagna di spam che il buon Gmail mi lascia da parte nell’apposita cartella. Già lì sono stato avvertito che c’era qualcosa che non andava, e mi si offriva la possibilità di mettere il file in quarantena per poterlo poi analizzare con calma. Non sono andato oltre, e l’ho subito rimosso. Non mi è chiaro (studierò, promesso) se questo strumento di Microsoft è in grado di ripulire i file infetti, cercando di salvare il salvabile che so, di un documento Word. Ma quell’esperimento m’è bastato per capire che Security Essentials è il prodotto che fa per me: leggero, non invasivo, affidabile, gratuito. L’unica pecca, almeno nella versione che ho io, è che non scarica da solo gli aggiornamenti, e devo pensarci io di tanto in tanto manualmente. Però m’avvisa quand’è tempo 🙂

Commenti

  1. evilripper ha detto:

    mmm attualmente a casa sto usando antivir che è abbastanza leggero, ma se mi dici che anche questo è leggero quasi quasi lo provo.

    ciao

    ps
    aggiunto al mio feed reader 😀

Lascia un commento