due chiacchiere

Nessuno scherzo nella blogosfera

Ma mi sbaglio o quest’anno la blogosfera italiana ha mostrato poca reattività nei confronti del classico appuntamento “scherzoso” del primo aprile? L’anno scorso di questi tempi, i visitatori venivano spediti a destra e sinistra (per par condicio) grazie ad un trucchetto che io stesso ho usato in questo spazio. Visto che non ci sono state molte iniziative partite dal basso, non mi rimane che elencare quelle messe in atto dai soliti noti: Google, il fornitore Libero e l’Associazione Plio hanno fatto quelli che mi sono piaciuti di più. E tu, hai abboccato ad almeno uno di questi trabocchetti?

  • Google annuncia una nuova funzione per GMail: la possibilità di inviare messaggi con una data anteriore a quella corrente. Molto sfiziosa la citazione del famoso (così dicono) algoritmo del nonno, una formula matematica secondo la quale ogni utente deve aver diritto al massimo a 10 messaggi pre-datati
  • Chi usa la piattaforma di Libero per gestire il proprio blog, si è invece ritrovato un simpatico messaggio Il tuo blog è stato cancellato, stamattina aprendo le proprie pagine. Molti hanno accusato il colpo, senza realizzare che si trattasse di uno scherzo. Complimenti alla redazione per l’idea originale
  • L’associazione PLIO, in un comunicato stampa, ha annunciato di aver rilasciato l’estensione OOoCrackz.oxt per invogliare gli utenti che credono che il codice proprietario sia migliore di quello aperto, a scaricare Open Office. Nel comunicato si legge: “Ci siamo resi conto che la licenza di OpenOffice.org rappresenta un ostacolo all’adozione del prodotto per la metà degli utenti italiani, che usa soprattutto copie illegali dei software. L’installazione di OOoCrackz toglie all’utente tre delle quattro libertà fondamentali, e rende illegale l’accesso al codice, la modifica e la distribuzione del software, proprio come se OpenOffice.org fosse un programma proprietario”

Commenti

  1. Trap ha detto:

    Riguardo al primo punto, mi ha fatto ricordare il famoso Paradosso del Nonno!

Lascia un commento