due chiacchiere

Pesce e prezzemolo

Continuo in questi giorni ad avere davvero una voglia pari a zero di mettermi davanti ai fornelli: l’ozio si impadronisce di me, con la calura estiva (per fortuna ora è rinfrescato un pochino), e non mi lascia scampo. Così la disperata ricerca di ricette semplici è inarrestabile: non la solita pasta col pomodoro o la fettina di carne ai ferri, qui ci vuole qualcosa di nuovo che faccia tornare l’appetito. E allora cosa c’è di meglio di un po’ di prodotti genuini del nostro mare? Per la cronaca, questa ricetta che ti propongo oggi l’ho trovata sul sito di Antistax.

Ingredienti per 6 persone
1 cipolla di medie dimensioni, 3 spicchi d’aglio, 1 mazzetto di prezzemolo, 1 chilo di pesce fresco di stagione (ad esempio totani e saraghi), mezzo bicchiere di olio extravergine d’oliva, mezzo litro d’acqua, 400 gr di pane bianco raffermo, sale e pepe
tempo di preparazione: 15′ condimento, 30′ cottura. strumenti di lavoro: una casseruola, un coltello, una forchetta

Se il pesce non è già stato pulito dal pescivendolo, elimina le interiora, squamalo aiutandoti con il coltello. Nella casseruola versa l’olio extravergine e fai rosolare la cipolla tritata non troppo fine, con due spicchi d’aglio. Dopo qualche minuto aggiungi il prezzemolo tritato, continuando a mescolare per non far bruciare nulla. Quando la base è pronta, aggiungi il sale (metterlo prima fa seccare il prezzemolo), il pepe e mezzo litro d’acqua.

Passati una decina di minuti, l’acqua si sarà scaldata: aggiungi il pesce pulito, regolandoti in base ai tempi presunti di cottura (i totani impiegano di più dei saraghi, a titolo d’esempio, vista la consistenza). Lascia cuocere per una trentina di minuti, a fuoco lento. Nel frattempo taglia il pane raffermo a fette alte un dito, e tostale sulla griglia o in forno per pochi minuti, strusciandovi sopra lo spicchio d’aglio rimasto quando le tiri fuori.

Quando l’acqua si sarà praticamente asciugata nella casseruola, spegni il fuoco e lascia raffreddare un po’ il pesce. Nel frattempo, nei piatti di portata adagia le fette di pane, e versa sopra il pesce cotto, con un po’ di sughetto, guarnendo con altro prezzemolo crudo che fosse avanzato.

Lascia un commento