due chiacchiere

Politically scorrect

Non ho ancora raccontato questa cosa a mia moglie, quindi spero che il presente intervento passi inosservato sotto i suoi occhi, altrimenti sai che incazzatura. Tu mi raccomando, non dirle nulla. Di che si tratta? Di quanto possano essere a volte indelicati gli amici o i parenti. Per carattere io sono sempre stato un ragazzo molto politically correct, rispettoso più per cultura che per sottomissione. Mi piace ancora dare del “voi” agli anziani del mio paesino, cerco di far buon viso a cattivo gioco al lavoro, difficilmente mi capita di alzare la voce o aggredire chi ho di fronte. Peccato che gli altri invece…

I retroscena della vicenda 

Come forse avrai letto a suo tempo, mi sono sposato di recente. Un passo importante che abbiamo deciso di compiere per convinzione, ma in parte anche perché le coppie sposate hanno molti più diritti di fronte alla società, e allora tanto vale approfittarne. Vabbè, non è questo il punto. L’altro giorno mi chiama un mio amico, per sentire come andava la nuova vita coniugale. La telefonata ripercorre un po’ la faticosa giornata nuziale, e ad un certo punto con una franchezza che non mi aspettavo fa “comunque, bisogna ammetterlo, l’organizzazione del tuo matrimonio faceva abbastanza schifo”. Testuali parole.

Gli scrocconi esistono sempre 

Ho dovuto attingere a tutto il mio rinomato self control inglese, per sorridere e rispondere semplicemente con un “ma no, dai… non essere così drastico”. A mente fredda, comunque, ci sono rimasto male. Capisco la franchezza di un amico, capisco anche che possano esserci stati degli imprevisti, ma da qui a liquidare come “schifo” il tutto, ce ne passa. Ora io sono stato uno dei protagonisti, quindi il mio punto di vista probabilmente non sarebbe oggettivo. Ma non essendo la prima volta che mi capita che la gente non si faccia scrupoli a “sparare a zero” su cose che mi riguardano, probabilmente anche io dovrò cambiare atteggiamento.

Buoni? In Italia non è usanza… 

Oggi l’essere buoni e gentili non paga più. Se al supermercato sei onesto e fai la fila, qualcuno se ne approfitta e ti passa davanti senza pensarci due volte. Ribadisco, l’individualismo ci sta uccidendo lentamente. Si guardano subito i difetti, e non si considerano i pregi. Per carità, io non mi ritengo immune da questo “male diffuso”, non posso dire di non aver peccato. Ma inizio seriamente a stufarmi di essere sempre criticato e attaccato, e di dover fare questo accidenti di buon viso a cattivo gioco. È ora di iniziare a diventare un bambino cattivo anch’io, con chi non si merita altro.

P.S.: lo so che in inglese si dice politically incorrect, quella del titolo è solo una provocazione.

Commenti

  1. Trapanator ha detto:

    Strano che al tuo amico abbia fatto schifo l’organizzazione 🙂 ma c’era pure lui?

  2. camu ha detto:

    wow, un commento quasi in tempo reale eh eh, complimenti! beh si c’era anche lui… e visto che c’eravate anche voi, mi piacerebbe sapere il vostro reale punto di vista: qualcosa può essere stato “non all’altezza”? comunque, a noi è piaciuto…

  3. Trapanator ha detto:

    Mah, se penso a tutto quello che avete fatto per noi “invitati”:

    – partecipazioni;
    – prenotazione degli alberghi;
    – scelta dell’agriturismo e del menu;
    – bomboniere

    direi che non mancava niente! E te lo dice uno che era già stato testimone altre 3 volte 🙂

  4. Katia ha detto:

    Sino rimasta di sasso, per non dir peggio dopo aver letto il commento del tuo, si fa per dire amico.
    Bene ecco quello che penso: una coppia si sposa pensa a tutto il meglio possibile per rendere la giornata indimenticabile, magari si sbatte per invitare persone che neanche dopo morta avrebbe invitato, perchè si usa fare così, diventa pazza a cercare albergo e ristorante (spendidi veramente) per rilssare parenti e amici e si sente dire che l’organizzazione fa schifo….IO PERSONALEMNTE L’AVREI MANDATO LETTERALMENTE A FANCULO!
    Altro che politically ecc..Anch’io sono di quelle che non risponde mai, ma se un mio amico, amica mi dicesse una cosa del genere: 1: verrebbe depennato all’istante dalla lista degli amici e 2:proprio perchè lui si è sentito in confidenza nel dirmi una cosa simile,io avrei fatto lo stesso mandandolo a cagare!
    Scusa la rabbia, ma se penso al vostro matrimonio tutto mi viene in mente tranne che schifo!
    E non è tutto vorrei anche dire che sono d’accordo con te che l’essere buoni non paga più…io sono tra quelle che porge tutte le guance prima di ribadire ma quando le palline che non ho me le frantumano divento peggio di una vipera!
    Fammi conoscere questo tuo amico che gliene dico 4!
    Bene mi sono sfogata abbastanza, slautami la dolce consorte e non ti preoccupare questi eventi aiutano a “scremare” le persone inutili!
    Un abbraccione atutti e due.
    Kat

Lascia un commento