due chiacchiere

Pomodori ripieni al forno

Questa ricetta la cucinò per la prima volta il nostro amico Massimo qualche anno fa. Ricordo sempre quella serata d’estate, al fresco in veranda, a ridere e scherzare con gli amici. Il sapore non lo dimenticherò mai: morbido ma non asciutto, gustoso ma non pesante. I pomodori ripieni al forno sono un piatto ideale per questa stagione: facile da preparare (chi ha voglia di stare ai fornelli con la canicola d’agosto?) e piacevole da accompagnare ad una bella insalata di riso o qualche altra pietanza in tema con la stagione. Da poco me l’ha rifatta la moglie, di cui ti propongo la variante leggermente americanizzata.

Ingredienti per 4 persone

5 pomodori grandi, 50 grammi di prezzemolo, 50 grammi di basilico fresco, 50 grammi di parmigiano grattugiato, 2 spicchi d’aglio, un cucchiaio di origano, 400 grammi di pangrattato o mollica rafferma sbriciolata, 4 cucchiai d’olio extravergine d’oliva, sale e pepe

Tempi e strumenti

Ci vorranno circa 25 minuti per completare il tutto. Tieni a portata di mano, oltre al forno, una forchetta, un cucchiaino, un contenitore, un coltello, un frullatore ed un cucchiaio di legno.

Taglia la cima dei pomodori e svuotali aiutandoti con il coltello ed il cucchiaino. La polpa ricavata non va buttata via: mettila da parte nel contenitore. Frulla insieme il prezzemolo, il basilico, l’aglio, il pepe e l’origano. Fai tritare per una ventina di secondi, quindi aggiungi l’olio extravergine continuando a frullare finché non ottieni una crema omogenea e soffice.

Versa questa crema nel contenitore dove avevi messo la polpa dei pomodori, incorporando il pangrattato con le mani o con il cucchiaio di legno. Aggiungi il formaggio grattugiato, ed aiutandoti con il cucchiaino, riempi i pomodori con questo composto. Riponili su una teglia da forno, precedentemente cosparsa d’olio, e cuoci a 200 gradi per 20 minuti, coprendoli con un foglio d’alluminio all’inizio, e scoprendoli solo negli ultimi 5 – 10 minuti.

Commenti

  1. camu ha detto:

    Barbara, non conoscevo la variante che mi segnali, grazie! Però vedo che loro usano il riso, non il pangrattato come il mio amico Massimo. Anche tu amante della Grecia? Io da quando sono stato a Santorini, ci ho lasciato il cuore…

  2. giulia ha detto:

    Esiste anche una variante da frigo (quindi senza nessunissio spignattamento!): il ripieno, in pratica, è fatto da tonno (in scatola, senza olio), maionese, uova succo di limone, pasta d’acciughe e capperi… Adesso mi sfuggono le dosi, cerco di farmele mandare da quel di Milano 😉
    Quando li facciamo hanno un successo pazzesco… Competono solo col salame al cioccolato 😛

  3. camu ha detto:

    Giulia, se ti mandano le dosi, magari posso pubblicare questa variante sul blog 🙂 Comunque mi sembra di averli visti, con la tua versione, quando andavo a fare la spesa al supermercato in Italia, nel banco salumeria.

  4. sonia ha detto:

    Noi il ripieno lo facciamo con la carne macinata…

  5. camu ha detto:

    Sonia, interessante variante… ma io con la carne macinata preferisco riempirci i peperoni: carne macinata e riso è un’accoppiata perfetta, in quel caso.

  6. shgjw ha detto:

    l’ho fatta è buonissima

  7. daniela ha detto:

    buoniiiiii

  8. silvia ha detto:

    ciao ma con lo stesso ripieno,cioe’della ricetta, si puo’ fare qualcos’altro? ne ho avanzata un bel po’ e non mi viene in mente niente.grazie

    1. camu ha detto:

      Suggerirei zucchine o peperoni ripieni 🙂

  9. Fernanda ha detto:

    Qui in Sicilia non mettiamo l’origano, ma lo stesso ripieno è un po’ un passe-par-tout per zucchine e peperoni. Qualcuno al parmigiano grattugiato preferisce una manciata di pecorino nostrano o della ricotta salata.

Lascia un commento