due chiacchiere

Si copra la pubenda (o le pudende?)

Sto installando Windows 7 sul mio netbook: dopo 4 anni di glorioso servizio, ho deciso che era giunta l’ora di mandare XP in pensione anche sul computer che mi segue ovunque vado. Non che io ci faccia cose particolarmente avanzate: in genere ci leggo la posta e scrivo gli articoli per il blog, di tanto in tanto sviluppo un po’ di codice da testare in locale, o ci guardo un film noleggiato la sera prima, ma nulla di più. Insomma, sono occupato a fare altro, oggi. Quindi ti lascio con un passaggio tratto da un messaggio inviato a Paolo Attivissimo, dopo la pubblicazione della sua recensione dell’ultimo nato in casa Apple.

Scrive l’infervorato lettore:

Sono rimasto genuinamente indignato dall’articolo che ha scritto sull’informatico, quello sul Macbook. Ma le pare il modo? Ma lei lo sa che c’è un uomo che si chiamava Steve Jobs che è morto di recente e che su quel Macbook ha dedicato la sua esistenza su questa terra ? E lei lo infama dicendo che ciò che più amava fa schifo e c’è l’hardware e il software etc ? Ma pensi al suo di hardware ! Tra parentesi anche mio figlio usa il Mac e da quanto mi racconta funziona benissimo quindi lei scrive solo balle e tra parentesi è come se sputasse sulla tomba di Jobs. Senza di quest’uomo forse non avremmo l’elettronica ne niente…

Commenti

  1. Stefano ha detto:

    Gli iFan sono sempre i migliori. 😀

    1. camu ha detto:

      @Stefano: almeno per par condicio non siamo solo i fan della microsoft ad avere qualche rotella fuori posto 🙂

    2. CyberAngel ha detto:

      @Stefano: Questo non è un iFan o fan boys, quello è un iPirla ovvero iGnurant!

      1. camu ha detto:

        Io ho letto anche iDiota in giro, LOL 🙂

  2. from uk ha detto:

    cheb tristezza infinita certe persone!
    come va windows 7 su netbook?
    Dovresti aspettare l’8, che interfaccia orrenda a parte, é molto più leggero e di conseguenza comodo

    1. camu ha detto:

      @from uk: lo sto provando da alcune ore, e non è per nulla lento o altro (ed il mio netbook ha un vecchio Atom N270 con un solo core). Anzi ho notato che la batteria sembra durare una manciata di minuti in più di prima: pur essendo stata “abusata” dal sottoscritto per quattro anni, dura ancora circa 3 ore. Magari faccio un post a parte sull’argomento.

      1. Trap ha detto:

        @camu: Nel mio Asus EEEPC 1201T (AMD NV-40 1,6 Ghz – 2 GB RAM – 320 HD) Windows 7 è lento come una lumaca (anche senza antivirus!), quindi l’ho tolto 😀

        1. camu ha detto:

          @Trap: davvero strano… io certo non ho installato nulla di particolare, tranne i driver per aumentare le performance dell’eeepc, rispetto a quelli standard di Win7. Eppure non noto differenza di velocità rispetto al Windows Home che veniva di fabbrica.

        2. Trap ha detto:

          @camu: beh, cambiando sistema operativo (senza citare quale :-P) l’avvio è molto più veloce (diciamo che in 30 secondi sono operativo), la batteria mi dura sempre 4 ore, ho la sospensione/ibernazione, la possibilità di guardare film alla TV via cavo VGA (purtroppo niente HDMI)… insomma non manca nulla 😀

  3. Caigo ha detto:

    L’avevo letto. Io faccio parte della schiera che spera si tratti della mail di un burlone.

    1. camu ha detto:

      @Caigo: se così fosse, il tipo si sarebbe palesato, voglio credere…

  4. fiordicactus ha detto:

    Più che “infervorato” direi “fanatico”! E anche un po’ pazzo! 🙂

    A proprosito, anche mia figlia, la piccola, usa Mac e è fanatica “iFan”. . . che sia una malattia o un virus che esce dal Pc??? 😉

    Ciao, R

    1. camu ha detto:

      @fiordicactus: beh, almeno spero che tua figlia non vada in giro a dire alla gente di coprirsi la pubenda. Che poi non ho proprio capito cosa sia 🙂

      1. CyberAngel ha detto:

        @camu: Spero che sta “pubenda” non sia questa:
        La componente pubenda (fig. 23) decorre lungo la parte più profonda del bacino, ovvero sul piano muscolare pelvico intrecciandosi con la rete vascolare pelvica e distribuendosi agli organi del bacino (n. pubendo) tra cui il tratto intestinale retto-anale, la prostata e le vescicole seminali, il pene, la stessa rete vascolare ed i muscoli pelvici.
        Tratto da: http://www.andrologiaonline.it/apparato.php

        1. camu ha detto:

          Ma chi sei, Luciano Onder?

        2. CyberAngel ha detto:

          @camu: No, uno che usa Google e qualche forse è capace di cercare. Non che qui fosse difficile ma mi riferisco a certe persone (alcuni compagni in primis) che non sono buoni nemmeno di fare delle ricerche sensate.

        3. camu ha detto:

          Svelato l’arcano nel mio caso: il mio browser mi manda in automatico su google americano, ecco perché non trovavo nulla in merito…

  5. Emanuele ha detto:

    Non è neanche un iFan. E’ proprio un ignorante (del settore) e basta.
    Ciao,
    Emanuele

    1. camu ha detto:

      @Emanuele: concordo, e sfortunatamente di gente così ne incontro a bizzeffe anche qui.

  6. CyberAngel ha detto:

    OT: Ah, e poi un giorno ci spieghi come fai a far comparire così la descrizione dell’articolo (presumo con riassunto) e pure il numero dei commenti. 😉
    http://imageshack.us/photo/my-images/24/capturfiles.png/

    1. camu ha detto:

      Ma pensa, sono già indicizzato da Google per quell’articolo, subito sotto al Corriere. Riguardo alla tua curiosità, i motori usano il campo meta description della pagina, che nel mio caso riempio con il valore di un custom field in WordPress 🙂

      1. CyberAngel ha detto:

        @camu: E con questo custom field gli passi anche il numero di commenti? Comunque si Google indicizza molto in fretta, soprattutto se gli si invia direttamente il file di sitemap.

  7. fiordicactus ha detto:

    Caspita, ho provato e anche a me compare al 3° posto, dopo il CorrSera e l’Andrologia . . . Complimenti! 🙂
    Ciao, R

    1. CyberAngel ha detto:

      @fiordicactus: Ora compare addirittura primo. E il Corriere è sparito…

      1. CyberAngel ha detto:

        Come non detto. Dipenderà che Chrome è troppo intelligente (e pure un po’ invadente) e ha capito che ho cliccato troppe volte sulla pubenda di camu. Spero di non avergli fatto male!

    2. camu ha detto:

      Oh Signur, speriamo di non attirare folle di persone con problemi alla prostata 🙂

  8. CyberAngel ha detto:

    Eppure Giorgio De Rienzo su corriere.it dice questo:

    Pudenda o pubenda?
    Un mio amico insiste nel sostenere che oltre all’espressione “coprire le pudenda” esisterebbe, con significato equivalente, anche quella “coprire le pubenda”, in ciò confortato dal fatto che alcuni siti internet riportano indifferentemente le due espressioni. Sono convinta che questa seconda espressione non esista, o meglio, che si tratti di una storpiatura del parlato. La sua autorevole opinione?
    Grazia D’Errico

    Il termine italiano corretto è “pudende”, che deriva dal latino “pudenda”. “Pubenda” è parola inesistente, per quanto molto inventiva (e magari usata anche da qualche scrittore in senso ironico), che intende riferirsi al “pube”, nel deformare il termine proprio appunto di “pudende”.

    Chi avrà ragione?
    Ma un’altra fonte autorevole come il dizionario italiano Hoepli definisce pudende (o pudenda) in questo modo: “s.f. pl. lett., eufem. Genitali esterni”.

    Ok sono li cojoni! 😀

    1. camu ha detto:

      Ho provveduto a correggere il titolo dell’articolo 🙂 Ecco perché non lo trovavo su Google eheh

      1. CyberAngel ha detto:

        @camu: Secondo me dovresti correggerlo ancora visto che, stando al dizionario, pudende è un sostantivo femminile plurale e quindi il singolare non esiste e la variante sarà LE pudenda. 😉

Lascia un commento