due chiacchiere

Un giorno senza televisione

Dopo la maturità o la laurea, comincia per tutti quella fase della vita in cui la routine diventa una compagna quotidiana, che in genere ci accompagna fino all’età della pensione: sveglia la mattina, bagno, colazione, si esce di casa per andare al lavoro, si rientra verso le 6 di sera, si sbriga qualche faccenda domestica, cena, televisione spaparanzati sul divano (o sotto le lenzuola, per chi ne ha una in camera da letto) e poi a nanna. Per ricominciare allo stesso modo la mattina successiva. In tutto questo, spesso diventa una sfida trovare il tempo e le occasioni per farsi una bella chiacchierata con il partner. Intendiamoci, in genere ci si sente durante l’arco della giornata, via sms, telefonate o più probabilmente email, ma è una conversazione frammentata, più che altro fatta di scambi veloci. E così abbiamo deciso una nuova “tabella di marcia” settimanale, che include due giorni di astinenza dalla tv serale (tanto non c’è nulla che ci interessa).

Ci siamo spaparanzati sul divano ed abbiamo chiacchierato, di cose futili ed importanti allo stesso tempo. Giusto per dirne una, quando si compra una casa ci sono migliaia di scelte da fare, per renderla più carina e vicina a come la si è sempre sognata, per renderla funzionale e confortevole. E così abbiamo scatenato la fantasia sulle cose che vorremmo mettere in pratica. Sfortunatamente ognuna di queste ha un costo che supera le 4 cifre, quindi certo non si tratta di una cosa a breve scadenza, ma è bello confrontarsi con calma, senza il “logorio della vita moderna” che alita sul collo. La cosa carina del nostro salotto è che mio cognato m’ha installato le luci con il regolatore di luminosità, quindi abbiamo messo la modalità “soffusa”, un po’ di musica e… via!

PS: oggi è il nostro terzo anniversario di matrimonio… accipicchia come vola il tempo. Mi sembra ieri che stavamo seduti all’altare ad ascoltare il prete e con i biglietti per il Giappone in tasca 🙂

Commenti

  1. SuperEgoVsME ha detto:

    Cosa ne penso?
    Che son commossa… sei dolce tu, anche con la papalina in testa.
    E che bello, diavolicchio, l’amore.

  2. Emanuele ha detto:

    Ma perché diamine non ne scrivi di più di post simili?!
    Augurissimi!!!!! =)
    Ciao,
    Emanuele

  3. LaVale ha detto:

    intanto auguri, uau, che bella letterina!!!! a me piace molto chiaccherare mentre cucino.. io però arrivo a casa mai prima delle 20.30 , quindi tutto slitta di parecchio e alla fine ci troviamo a fare delle chiacchere a bassa voce nel letto, che è troppo bello !!!

  4. (Lady).Chobin ha detto:

    Auguri!!!
    Mi sembra un ottima scelta.
    Io fra poco abbandonerò il mio lavoro e inizierò a lavorare con mio marito cercando di costruire qualcosa insieme, chissà come andrà 😀

  5. Barbara ha detto:

    Augurissimi per l’anniversario 🙂

  6. emanuele ha detto:

    Augurissimi !!!
    Pensa noi la televisione abbiamo proprio deciso di non prenderla !!!

  7. Tommy David ha detto:

    Intanto auguri!
    La televisione? Ti auguro di smettere per sempre di guardarla. Non so lì, ma immaginerai com’è combinata quella italiana…
    La sera è meglio un buon libro, o un film visto nel pc – o un po’ di coccole… 😉

  8. camu ha detto:

    @Tutti, grazie da parte della moglie e mia per gli auguri, molto apprezzati!
    @SuperEgoVsME: la papalina in testa mi è sempre piaciuta, ora non riesco a trovarne più una della mia misura, ma quand’ero piccolo non potevo andare a letto senza 🙂
    @Emanuele italiano: hai ragione, ma se li scrivessi tutti i giorni, diventerebbero noiosi. E poi ultimamente m’è venuta sta cosa di dare una piega “di utilità sociale” al blog, con articoli tecnici e di altro taglio. Comunque hai ragione, provvederò.
    @LaVale: concordo al 100%, è la parte migliore della giornata, peccato che spesso dura troppo poco, perché viene l’ora di addormentarsi altrimenti l’indomani sono dolori.
    @(Lady).Chobin: carissima, ci devi dare ulteriori ragguagli sulla vicenda!
    @emanuele americano: ehhh, non è mica così facile. Però vi ammiro, è una scelta coraggiosa, che fa anche risparmiare qualche soldo ogni mese.
    @Tommy David: beh qui non è poi così male, con le serie tv in prima serata. In realtà quello è tutto ciò che guardiamo, ad esclusione dello Science Channel e del Food Network eheh

  9. Emanuele ha detto:

    Forse noioso per te, non per chi apprezza leggere e sentire la bellezza della quotidianità! 😉
    Ciao,
    Emanuele

  10. patty ha detto:

    Auguri per iltuo anniversario e complimenti per l’iniziativa!
    Io lo faccio da un bel po’ ed è bellissimo, anche perchè siamo in 4 su un bel divanone almeno una volta la settimana. C’è tutto da guadagnare!

  11. Piero_TM_R ha detto:

    L’idea è ottima, la televisione tende alle volte a prendere il sopravvento sulla vita delle persone e sulla parte sociale, in casa con i miei la televisione è più una calamita per l’attenzione che uno spunto per parlare. Non sarebbe male poter fare due parole anche mentre si mangia con calma, ma non c’è mai modo.
    In ultimo e non per scarsa importanza, anche se in ritardo, auguri per l’anniversario.
    P.S. Ma sono l’unico che ha dei problemi di lentezza nel caricare il tuo blog? Le immagini sono caricate in parte…

  12. camu ha detto:

    @Piero_TM_R: parto dalla fine (problema di lentezza), è colpa dei maledetti spammer che stanno di nuovo prendendo di mira questo blog. Per fortuna stavolta gli scudi stanno funzionando un po’ meglio (l’altra volta il blog era completamente inaccessibile) ma i brutti ceffi continuano a rosicchiare banda preziosa. L’unica cosa è sperare che finisca presto… riguardo al “non c’è mai modo”, anche noi la pensavamo così, ma come si dice… volere è potere, e quindi il modo l’abbiamo infine trovato 🙂

  13. Silvana ha detto:

    La quotidianeità fatta di piccoli gesti, intimi, rassicuranti e privati non è affatto cosa da disprezzarsi.
    E te lo dice una che tra poco “farà” 24 anni di matrimonio.
    Buon anniversario, anche se con qualche giorno di ritardo, avendo scoperto il tuo blog soltanto oggi.
    Silvana

  14. camu ha detto:

    @Silvana: prima di tutto auguri per il bel traguardo raggiunto. Riguardo al riscoprire i momenti insieme, è una cosa su cui ragioniamo da tempo. Sfortunatamente il ritmo frenetico della società in cui viviamo non ci lascia più molto margine di manovra… non sai quanto mi piacerebbe tornare ai tempi in cui ci si sedeva con tutta la famiglia intorno ad un fuoco, un pezzo di focaccia fritta dalla nonna, e le storie raccontate dalle persone più anziane. Tutto s’assaporava in maniera diversa e più intensamente di oggi.

Lascia un commento