due chiacchiere

Fbi operazione tata

Cinema d’estate: refrigerio sotto le stelle e risate assicurate, che fa quasi rima. Con questa “canicola”1, come dice Aldo in una nota pubblicità del momento, non si può far altro che andarsi a godere un po’ di fresco spaparanzati in una poltroncina all’aperto. Il film di questa settimana è FBI Operazione Tata, seguito di un altro poliziesco dell’anno scorso, Big Mama. Sicuramente da andare a vedere, se ne hai l’occasione, per passare un paio d’ore serene a ridere dei malintesi che puoi certo immaginare.

Sullo stesso genere di Mrs. Doubtfire, ma con toni e comicità diversa, il film racconta di un poliziotto che vuole incastrare un malvivente. La minaccia incombe sul mondo: un programmatore di virus, sta per diffonderne uno in grado di guadagnarsi l’accesso alle banche dati dei più importanti servizi segreti mondiali. Allora non c’è nulla di meglio che travestirsi da tata, per stare a stretto contatto con la famiglia dell’indiziato numero uno, e cercare di sventare l’attacco. Ma bisogna fare i conti anche con i pargoli, e con la moglie!

Le goffe e rocambolesche disavventure di Lawrence, comico di colore decisamente più popolare Oltreoceano che non in Italia, stanno tutte nella complicata gestione delle sue molteplici identità: come agente FBI (il cui lavoro viene prima di tutto), come “tata” (angelo del focolare impegnato a rimettere in sesto una famiglia poco unita) e come marito (la moglie incinta non sa che Turner è ancora impegnato in pericolose missioni).

Sulla scia del grande lavoro di mimica facciale, e non solo, dell’Eddie Murphy Professore matto e dello stesso Lawrence nel primo episodio che lo vede nei floreali panni di Big Mama, questa commedia giallorosa è il classico prodotto per famiglie che non chiedono altro che novanta minuti di semplicissimo svago. Per assurdo le grossolane ma neppure troppo volgari situazioni cui assistiamo funzionano quasi più nell’intreccio poliziesco che in quello comico!

Nota 1: dal latino canicula, diminutivo di canis, cane. È la stella più luminosa della costellazione del Cane maggiore, ed anche il tempo nel quale la Canicola sorge e tramonta con il sole, che suole essere dal 24 di luglio al 26 di agosto: tempo dei più grandi calori. Tale costellazione ebbe siffatto nome dagli Egizi, perché li avvertiva, come un vigile cane, della prossima inondazione del Nilo.

Lascia un commento