due chiacchiere

Il meglio delle interviste

Un po’ come fanno le reti televisive americane, che nella pausa estiva rimandano in onda le puntate della stagione appena trascorsa, allo stesso modo ho pensato di fare per le interviste doppie. Mettendo insieme le diverse risposte fornite dagli intervistati alla stessa domanda. Un modo “trasversale” per rileggere i pensieri più belli, e confrontarli in maniera diretta tra di loro. Oggi ti propongo le risposte di Emanuele, Ninna, LaCapa, Daniele Salamina e Margherita Ferrari. Cinque personaggi in cerca di… una risposta.

Twitter o Facebook, e perché?

ENessuno dei due. Il primo perché… mi fa paura. Parlo così tanto sul mio blog che, usando twitter mi sembrerebbe di assottigliare ancora di più quel limite tra il “vivere” ed il “vivere per raccontare”. Spesso mi chiedo quante ore abbia perso “non vivendo” perché ho preferito “star li a scrivere”. Poi mi ricordo che è una passione, un hobby… e mi tranquillizzo un po’. Il secondo perché… non ne ho ancora sentito la necessità. Ho un piccolo account su claimID riportante il mio *network* ove sono presente  e, forse pretenziosamente, mi aspetto che siano gli altri a cercarmi. In ogni caso, dovessi scegliere, mi butterei su Facebook, lo trovo più utile… anche per mantenere i contatti con persone distanti.

NPosso dirlo? Facebook è una rottura di scatole. Ce l’ho da anni ma non c’è stata una volta in cui io l’abbia trovato davvero interessante. A che serve? Ricevo solo molestie e inviti a raffica a manifestazioni a cui non parteciperei comunque. Twitter invece lo trovo divertente. Pochi caratteri per sfogarsi e condividere qualcosa con tutti gli amici in un istante soltanto. Senza contare che è ottimo per avvisare quando stai facendo tardi e non vuoi mandare un sms a tutte le perso ne con cui ti devi vedere. Insomma, una delle tante conseguenze dell’avere un blog è ritrovarsi per amici altri blogger e twitter permette a tutti quanti di rimanere in contatto in tempo reale.

LCDomanda più sbagliata non potevi farmi! Pur frequentando da più di un anno in maniera assidua la blogosfera, ci sono alcuni gingillini tipicamente da blogger al cui fascino ancora non cedo. Twitter e Facebook sono due mondi a me totalmente sconosciuti, però preferisco Twitter. Non so perché, sarà che m’ispira il nome

DSAnche se sono registrato ad entrambi li utilizzo poco. Se devo scegliere, per quel poco che ne so, preferisco Facebook. Vuoi il motivo? Una volta ho provato a fare una ricerca con il mio cognome… sono uscite tantissime cose che neanche immaginavo.

MFOdio Facebook con tutto il mio cuore. sembra tramutare persone sensate ed intelligenti in un branco primati megalomani. Non mi piace l’idea di scambiare frasi di circostanza con i miei ex compagni delle elementari. Quando li incrocio in biblioteca o in giro per la città fanno finta di non conoscermi. Twitter mi piace perché tutti esordiscono su questa piattaforma scrivendo cose come “si domanda perché ha aperto un account su Twitter” e “pensa che Twitter sia inutile”.

Commenti

  1. salvogullotto ha detto:

    bloggher e social network in pieno disaccordo…

  2. camu ha detto:

    @salvogullotto: esatto 🙂

  3. LaCapa ha detto:

    Oggi risponderei in maniera decisamente diversa: mi sono buttata sia su Facebook, sia su FriendFeed, sia su Twitter…

    Però dall’intervista che hai fatto a me il tempo è volato: adesso sono poco più di due anni che frequento assiduamente la blogosfera. Cresco anche sul web! 😉

  4. camu ha detto:

    @LaCapa: è questa la magia della rete sociale, che ti assorbe fino a farti cambiare radicalmente!! O forse è stata proprio l’intervista?

  5. Irish Coffee ha detto:

    twitter anche se poco, molto poco
    facebook è la, forse aspetta che io scriva qualcosa, non so
    blog a parte il resto ormai è poco di tutto…
    e non mi manca nulla 🙂

  6. camu ha detto:

    @Irish Coffee: sono d’accordo con te, secondo me è la “vendetta” del nostro cervello, che a quest’inondazione di informazioni a piccoli morsi (twitter, tumblr, flickr, facebook, ecc) risponde con un’apatia ed un disinteresse immediato 😉

  7. Emanuele ha detto:

    Io sono rimasto distante da entrambi i social network. Secondo me comunque conta anche il fattore “tempo libero”.
    Ciao,
    Emanuele

  8. camu ha detto:

    @Emanuele: sono d’accordo. Io continuo ad usarli come semplici ripetitori di notizie, nulla di più, giusto per raggranellare un po’ di traffico extra 🙂

Lascia un commento