due chiacchiere

Articoli recenti

Pasta, tonno e fagioli

Per chi è cresciuto, come me, con Bud Spencer e Terence Hill tra una poppata e l’altra, certe scene rimarranno scolpite per sempre nella memoria: la padella di fagioli “sbranata” dall’affamato Trinità, oppure la pasta con i fagioli di tante altre loro avventure. Doverosamente ripulita con un bel pezzo di pane, fino quasi a farla diventare più pulita di quando era nuova. Quante risate, quanti pugni, quante avventure. In questa calura estiva, prendere spunto dal cinema per un piatto veloce, non è per nulla semplice. Se sei stanco della solita pasta “aglio, olio e peperoncino”, prova questa. Leggi il resto di Pasta, tonno e fagioli

FBI operazione tata

Cinema d’estate: refrigerio sotto le stelle e risate assicurate, che fa quasi rima. Con questa “canicola”1, come dice Aldo in una nota pubblicità del momento, non si può far altro che andarsi a godere un po’ di fresco spaparanzati in una poltroncina all’aperto. Il film di questa settimana è FBI Operazione Tata, seguito di un altro poliziesco dell’anno scorso, Big Mama. Sicuramente da andare a vedere, se ne hai l’occasione, per passare un paio d’ore serene a ridere dei malintesi che puoi certo immaginare. Leggi il resto di FBI operazione tata

Tiziano Terzani

Mi ha sempre incuriosito quest’uomo un po’ buffo, con la lunga barba bianca, il sorriso sempre stampato sul volto, uno sguardo calmo e rassicurante. Ma oltre alle impressioni “estetiche”, non ero mai andato. Fino a ieri sera, quando ho visto su Rete4 una sua lunga intervista, in cui raccontava le varie fasi della sua vita. Mi ha incuriosito il suo modo “arzillo” di affrontare gli argomenti più svariati: dalla sua malattia, che alla fine l’ha ucciso, all’attentato alle Torri Gemelle del 2001. Penso che farò un salto in libreria a comprare uno dei suoi lavori, probabilmente “Lettere contro la guerra” .

E dire che ho preso le ferie

Sono in ferie da un paio di giorni, ma non ho ancora avuto il “piacere” di scrivere qualcosa sul mio blog, incredibile. Un classico: sapendo che avrai qualche giorno a disposizione, cominci a posticipare tutte le faccende da sbrigare, cercando di incastrarle opportunamente durante il giorno. Così va a finire che invece di mare e relax, ti trovi tutto il giorno in giro per la città a pagare bollette, sistemare l’acconto all’agenzia di viaggio, andare al Comune per ritirare i certificati, e via dicendo. Se poi ci si mette anche il PC di casa, la frittata è fatta. Leggi il resto di E dire che ho preso le ferie

Tarallucci e vino

No, non parlo di una nuova ricetta da preparare nel tempo libero, quanto piuttosto di un noto modo di dire, quando una vicenda viene risolta “alla buona” per far felici un po’ tutti. Mi riferisco, nello specifico, alla sentenza che oggi è stata diffusa su tutti i giornali, telegiornali, riviste, libri, fumetti: le condanne per il calcio italiano malato, sono state drasticamente ridotte, per tutti. Pur essendo un tifoso del Milan, ho sempre affermato che se la dirigenza era “malata”, bisognava farle digerire l’amara medicina della serie B, al fine di purgarla un pochino. Ma il dio denaro alla fine ha avuto la meglio. Leggi il resto di Tarallucci e vino

Io odio cucinare

Se hai superato come me la trentina, avrai sicuramente presente il Puffo brontolone che diceva sempre “io odio questo, io odio quello…”, ponendo un accento particolare sulla parola odiare. Beh, più o meno il titolo di oggi può essere pronunciato con la stessa cadenza. In effetti non è vero, a me anzi cucinare piace moltissimo. Ma non d’estate. Il caldo dei fornelli, il vapore della pasta che cuoce, la resistenza rovente del forno, diventano una penitenza insopportabile. Tant’è che alcuni amici hanno già notato che è un po’ che non pubblico nuove ricette. Si vede che il mio sito riflette lo stato d’animo del sottoscritto. Leggi il resto di Io odio cucinare

Posso dire che io c’ero

Facendo un po’ di pulizia nel mio ripostiglio virtuale, ho trovato una pagina di giornale (o meglio, un file PDF). Più precisamente una inserzione pubblicitaria del New York Times del 15 dicembre 2004. Cosa può avere di così speciale una pubblicità su un quotidiano? Almeno tre cose: contiene il mio nome e quello della mia ragazza, è stata fatta dalla Mozilla Foundation, segna l’inizio della grande avventura “per il grande pubblico” di Firefox, il browser gratuito per navigare felici in rete. Leggi il resto di Posso dire che io c’ero

Un angelo maledetto

Una cosa che mi piace dell’estate sono i cinema all’aperto: aria fresca sotto le stelle, per gustarmi a prezzo ridotto un film che mi ero perso durante l’inverno. Così l’altra sera sono andato a vedere Angel-a, prodotto l’anno scorso in Francia. Stando alle recenti dichiarazioni di Zidane sull’episodio calcistico “da corrida”, forse avrei fatto bene a non andare a guardare un film francese. E invece ci sono andato, almeno ora posso dire con cognizione di causa che si tratta di soldi spesi tutt’altro che bene. Secondo me, è ovvio. Leggi il resto di Un angelo maledetto

Torna in cima alla pagina