due chiacchiere

Ritocchi primaverili al tema mobile

Sebbene la mia frequenza di pubblicazione stia calando nel tempo, ciò non vuol dire che sto abbandonando questo piccolo appartamento virtuale nella rete al suo destino. Al contrario, dietro le quinte i lavori non finiscono mai, e se anche il visitatore occasionale non se ne accorge, i lettori più attenti hanno già notato qualche cambiamento. Chi accede a questo sito da un dispositivo mobile di ultima generazione, si sarà accorto che la barra di navigazione in cima alla pagina è ora fissa e non scompare più quando il lettore scorre la pagina. In questo modo la funzionalità di ricerca e l’accesso alle varie stanze è possibile in qualsiasi momento, senza dover tornare in cima. La vista delle stanze, una volta attivata, segue anch’essa lo scorrimento (in alto) della pagina, così da non spiazzare l’utente. Altre minuscole limature hanno riguardato la dimensione del font, le spaziature tra i paragrafi e cose del genere. Il prossimo passo? Il riconoscimento di gesti di swipe del dito a destra e sinistra, per andare all’articolo precedente o successivo in maniera più intuitiva 🙂 Stay tuned!

Commenti

  1. Emanuele ha detto:

    Ma in America si lavora 30 ore a settimana? Dannazione, io fatico persino a leggere… figurarsi fare queste cose (belle!). 🙁
    Ciao,
    Emanuele

    1. camu ha detto:

      Beh, il fatto di passare due ore e mezzo al giorno sull’autobus ha i suoi risvolti positivi 🙂 E benedetto sia chi ha inventato WAMP!

  2. giglio ha detto:

    Due ore e mezzo sull’autobus? Un incubo! Sei veramente bravo a valorizzare questo tempo che altrimenti sarebbe solo tempo perso.

    1. camu ha detto:

      @giglio: beh, un’ora ad andare ed un’ora a tornare 🙂 Questo è il prezzo che si paga a voler vivere nelle zone “belle” ed avere un lavoro in città… un po’ come chi abita ad Empoli ma lavora a Firenze…

      1. giglio ha detto:

        @camu: Infatti mi sento fortunata a vivere e lavorare nella stessa zona.Spesso posso andare a lavorare a piedi. Speriamo che possa durare

        1. camu ha detto:

          Si, direi che di questi tempi è un lusso che non molti possono permettersi. Comunque anche io, quando ero in Italia, lavoravo a 10 minuti in bici da casa, che con lo scooter diventavano la metà 🙂 Qui, visto il meteo, lo scooter lo userei solo 6 mesi all’anno, e mi ci vorrebbero sempre 40 minuti ad andare e 40 a tornare…

  3. Fiordicactus ha detto:

    Anch’io oggi ho deciso di cambiare . . . già fuori dalle finestre di casa il tempo meteo era invernale più che primaverile . . . e all’improvviso mi sono accorta che la foto di testata del blog era ancora il bosco con la galaverna . . . non potevo lasciarlo lì . . . ho cercato di invitare la Primavera almeno sul blog! 🙂

    Bello il tuo sfondo nuovo! 🙂

    Ciao, Fior

    1. camu ha detto:

      Fra qualche giorno andrà in onda lo sfondo di Aprile 🙂 Accidenti come vola il tempo…

Lascia un commento