due chiacchiere

Un lettore affezionato mi scrive

Riporto testualmente la lettera ricevuta qualche settimana fa da un lettore di questo blog. Lettera che considero uno dei migliori massaggi dell’anima degli ultimi mesi. Ecco, quando si ricevono parole come queste, non contano i soldi, non conta il numero di visitatori, non conta il pagerank. Grazie, caro ammiratore 🙂 P.S.: Per fortuna non sei un’ammiratrice, altrimenti vaglielo a spiegare alla moglie…

Non so esattamente come sono finito sul tuo blog, credo cercando un plugin per integrare Twitter su WP. Ma non ha importanza; quello che importa è che, dopo aver letto qualche riga e ancor di più dopo qualche pagina, ho sentito il bisogno di scriverti, di farti sapere che esisto. Non sono attratto dagli uomini, preferisco le ragazze, ma il tuo blog e il modo in cui scrivi mi piacciono davvero tanto.

Dopo aver letto due pagine sulla storia della tua vita ho notato diverse affinità che ci legano: non soltanto le dosi utilizzate nella ricetta di tua madre (tranne per la timidezza, la mia non ha abbondato!), ma anche nella cronologia degli eventi e soprattutto nella passione per l’arte di scrivere e nel modo di farlo. Come te mi piace scrivere in italiano corretto, rispettando scrupolosamente la punteggiatura, la grammatica e la sintassi; scrivo di getto, spesso direttamente “in bella”, riflettendo un po’ prima di comporre piuttosto che tornare in seguito su ciò che ho scritto; mi piace scherzare con incise e frasi sconclusionate; abbondo di auto-ironia, mi riesce essere spontaneamente ottimista anche se scrivo di tragedie; vorrei davvero fare di questa passione la mia professione (o almeno un lavoro che mi dia da campare). Ho scritto parecchio in passato, su carta, quasi sempre missive ad amici ed amiche.

Da poco ho deciso di mettere online un mio blog personale usando WordPress e, se avessi potuto immaginare come protrebbe evolversi tra qualche tempo, bhé, lo avrei immaginato esattamente com’è il tuo blog oggi: adorabile (impazzisco per la funzione “giustifica o allinea a sinistra”)!

Mi piacerebbe sapere che sei passato a dare un’occhiata al mio blog, che hai letto qualcosa (sono pochi articoli, è appena nato!), e che magari hai pure gradito (accetto anche critiche distruttive, ma poi ti vengo a cercare IRL!). Se addirittura dovessi condividere la mia idea che siamo affini e che sarebbe una buona cosa conoscersi personalmente su questo pianeta ed in questa dimensione spazio-tempo (o almeno risentirci via email), io conoscerei volentieri i dettagli di una eventuale proposta di lavoro (come scrivevi su “selezione personale”) e potrei valutarla, soprattutto se si tratta di scrivere e trasferirsi all’estero.

Sappi che non vado in giro per la Rete a leggiucchiare i blogs altrui per poi scrivere ai rispettivi bloggers (anche tu sei un fanatico della “s” per il plurale inglese?) in preda ad una crisi grafomane, ma ho scritto quel che hai letto perché ne ho sentito il bisogno. Non so a cosa porteranno queste poche righe che sto per inviarti, ma mi ha fatto piacere scriverle e provo piacere se immagino che tu le stia leggendo e condividendo.

Ti auguro ogni bene.

Buona vita.

Commenti

  1. Redemption ha detto:

    Sarei davvero curioso di leggere il blog di questo ammiratore segreto. Scrive talmente bene che mi ricorda la mia prof di italiano delle superiori, si era una donna, ma scriveva bene e ci bacchettava quando scrivevamo castronerie… peccato che io non abbia mai imparato.
    Tragedie o auto-ironia, avrei davvero voglia di imparare a scrivere come lui 😐 .

  2. camu ha detto:

    @Redemption: speravo in effetti che si facesse avanti da solo, io non ho messo il link al suo blog perché non sapevo se potevo pubblicare la lettera con i riferimenti 🙂 Se vuoi ti mando il link in privato…

  3. Redemption ha detto:

    @camu: se è d’accordo lui per me va bene 😀 . Da tuo lettore si farà sicuramente sentire prima o poi 😀

  4. (Lady)Chobin ha detto:

    Redemption mi ha tolto le parole, volevo anch’io scriverti per avere maggiori informazioni su questo blogger, ma capisco la tua scelta, quindi spero che lui passi di qui e lasci il link del suo blog. 😀

  5. UomoMacchina ha detto:

    Ehilà, gente, così mi fate arrossire!
    Il mio blog lo trovate su http://www.uomomacchina.it.
    E’ nato da poco tempo e ancor meno ne ho da dedicare alla stesura di articoli con cadenza fissa.
    Mi sono ripromesso, se davvero otterrò un discreto feedback (ma il vostro già mi da coraggio!) di arrivare a scrivere almeno un articolo a settimana, magari di domenica, a partire dal nuovo anno.
    Staremo a vedere se riuscirò a farlo.
    Stasera mi sento ispirato e ne butto giù uno tutto per me, circa un argomento particolarmente serio: il matrimonio!

    Ancora grazie per i complimenti e buona lettura sul mio blog.

    Ah, non siate avari di commenti.

  6. camu ha detto:

    @UomoMacchina: oh, finalmente 🙂

  7. UomoMacchina ha detto:

    Scusandomi per il ritardo, vi confermo che ho appena pubblicato l’articolo sul “mio” matrimonio.

    Buona lettura a tutti.

  8. camu ha detto:

    @UomoMacchina: mi piace molto come scrivi ed analizzi le singole parole, grazie per esserti fatto scoprire 🙂

  9. UomoMacchina ha detto:

    La stima è reciproca.
    Vorrei tanto avere più tempo libero da dedicare anche alla lettura del tuo blog.

Lascia un commento