due chiacchiere

Articoli recenti, pagina 253

Le impressioni della prima volta

Forse dal titolo avrai pensato che questo intervento riguardi chissà quali esperienze: almeno questo era il mio intento. Però se così fosse stato, l’avrei inserito nella zona notte anziché in ingresso. Invece lo metto qui perché sono appena tornato dalla mia prima donazione volontaria del sangue. Un gesto che avevo in mente da tempo, e che finalmente oggi sono riuscito a concretizzare. E non riesco a resistere alla tentazione di condividerlo con te: non tanto per mania di protagonismo (almeno credo), quanto per provare a convincerti che, tutto sommato, è un’esperienza gratificante e per nulla dolorosa o di cui aver paura. Le impressioni della prima volta: Leggi il resto »

Ogni ideologia ha i suoi orrori

Quando arriva il momento di ricordare, ogni anno, le deportazioni compiute dai nazisti nel periodo della seconda guerra mondiale, gli eventi lungo l’intero Stivale si moltiplicano, radio e televisioni ne fanno un gran parlare, e l’eco risuona anche a settimane di distanza. Nessuno protesta, e anche la destra nazionale ammette i propri errori. Poi invece si fa una mostra sulle Foibe, e cosa succede? Che vengono rubati gli oggetti della mostra stessa. Capisco che il periodo delle elezioni è vicino, e che ogni parte vorrebbe nascondere i propri errori, ma non ci si può sottrarre ai conti in sospeso con la storia. Anche a quelli di tipo meramente economico. Ogni ideologia ha i suoi orrori: Leggi il resto »

Muoversi alla velocità della vita

Uno dei film secondo me più belli del 2005 è stato Crash, Contatto fisico, che ho guardato ieri sera in versione DVD. Non conoscevo nei dettagli la trama, ma mi aspettavo uno dei soliti filmetti americani sparatutto, dove l’eroe di turno vince sul cattivo dopo due ore di tribolazioni. E invece si è rivelato completamente diverso l’impianto scelto da regista ed autori. Il sottotitolo recita “Quando ti muovi alla velocità della vita, scontrarsi è inevitabile”, ed in una delle prime frasi del film, più o meno, uno dei protagonisti ammonisce la moglie sul fatto che nelle città moderne non c’è più il contatto fisico tra le persone. Muoversi alla velocità della vita: Leggi il resto »

Arista di maiale al forno

Oggi è giorno di esperimenti in cucina, ma non nella mia stavolta. A casa di amici, per un dopo pranzo a base di patatine, partita a carte e parampampoli, si chiacchierava anche di ricette. E così mi è stata spiegata la semplice preparazione di questo piatto, gustoso e sfizioso allo stesso tempo: l’arista di maiale. Giusto per non cucinare, ogni giorno, la solita fettina “soletta di scarpe” al ritorno dal lavoro. Per contorno un purè di patate fatto in casa, oppure se hai fretta, due verdurine al vapore condite con olio e aceto. Arista di maiale al forno: Leggi il resto »

Smartftp: cartelle intelligenti

È stata una fatica, ma alla fine ce l’ho fatta: adesso questo sito è aggiornato alla versione 2.0.1 di WordPress… perché mi piace stare al passo con i tempi, e non amo correre inutili rischi rimanendo indietro. La “fatica” a cui mi riferisco non è legata tanto al processo di aggiornamento in sè, che anzi risulta veloce e molto intuitivo, quanto al software che usavo per caricare sul server i file aggiornati. Per motivi di privacy non dirò il nome (il poverino ha pur sempre una sua dignità da difendere), ma la cosa importante è quello di colui che l’ha rimpiazzato sul mio computer: SmartFTP. Smartftp: cartelle intelligenti: Leggi il resto »

Il protocollo di Kyoto è scomodo

Spesso sentiamo parlare di questa intesa che Stati di tutto il mondo hanno siglato per ridurre l’inquinamento atmosferico, e per consegnare ai nostri figli una Terra meno inquinata e più vivibile. Si sente anche dire che alcune Nazioni, come Stati Uniti, Cina, India e Brasile, non l’hanno sottoscritto. Ma davvero sono scelte da biasimare “a priori”? O forse si tratta di una scelta meno ipocrita di quella presa da coloro che l’hanno firmato, pur sapendo di non poterlo rispettare? Il protocollo di Kyoto è scomodo: Leggi il resto »

Crêpes alla ricotta

In questa uggiosa domenica di gennaio, cosa c’è di meglio che preparare un dolce “diverso” dal solito, per risollevare il morale della truppa? Ho aperto la porta del frigo e ho visto che c’era una vaschetta di ricotta, in attesa di essere usata, ed alcune uova in scadenza. Dopo qualche minuto, si è accesa la lampadina del cuoco creativo, ed ecco nascere la ricetta che ti propongo oggi. Di solito le crepes si fanno con la nutella, o con la marmellata. Ma perché non farle con la ricotta? Aggiungendo una spolveratina di cannella profumata. Crêpes alla ricotta: Leggi il resto »

Due chiacchiere… in cucina

Gioco di parole dai molteplici aspetti quello che ho usato per questo titolo. Lo spunto mi è venuto pensando al carnevale che pian piano si avvicina pure quest’anno e… al nome del mio blog. Inoltre curiosando tra le statistiche degli accessi, ho visto che molte persone “cascano” in queste pagine proprio cercando la ricetta delle chiacchiere, tipico dolce di carnevale. Quindi, mettendo insieme tutti questi motivi, ho deciso di pubblicare la mia personale versione di questa ricetta, per non lasciare “a bocca asciutta” lo speranzoso visitatore affamato. Sono anche conosciute come: bugie, frappe, cenci. Due chiacchiere… in cucina: Leggi il resto »

Torna in cima alla pagina