due chiacchiere

Articoli recenti, pagina 254

Il primo lavoro non si scorda mai

Parafrasando un noto detto che ammonisce sull’importanza del primo amore, ho scelto questo titolo per riflettere a voce alta, spaparanzato sul divano del salotto virtuale di questa dimora, su quanto misterioso possa essere il nostro cervello. Oggi pomeriggio sono tornato, dopo qualche tempo, a trovare i colleghi con cui ho lavorato fianco a fianco qualche anno fa. Era il mio primo, vero, genuino lavoro, con tanto di busta paga (esigua) a fine mese, e problemi di vita quotidiana d’ufficio. Il primo lavoro non si scorda mai: Leggi il resto »

Il killer e la bambina

Uno dei miei film preferiti, e lo danno proprio in questi giorni in tv: Leon. Non perché sia amante del genere un po’ “noir” in cui succedono cose al limite del raccapricciante. Però secondo me è uno dei film in cui Jean Reno, qui uno spietato killer che si guadagna “onestamente” da vivere in questo modo, riesce a dare il meglio di se. Un altro è Wasabi (a proposito, prima o poi devo parlare di una ricetta a base di Wasabi, nell’angolo cucina), in cui scopre di essere padre di una giapponesina tutto pepe. Il killer e la bambina: Leggi il resto »

L’uccellino tiene l’agenda

Se anche tu sei un fervente sostenitore del software aperto, probabilmente stai usando Mozilla Firefox per visualizzare questo sito. E leggi la posta elettronica con Mozilla Thunderbird, perché Microsoft Outlook è pieno di virus, e non ha tutte quelle simpatiche funzioni aggiuntive del cugino “a sorgente aperto”. Di questi giorni è la notizia che la versione più recente dell’uccellino di tuono (traduzione letterale del suo nome) si arricchisce di un’altra funzione tanto amata dai possessori di Outlook: l’agenda. L’uccellino tiene l’agenda: Leggi il resto »

Una partita a burraco tra amici

La domenica sera, quando le forze del nostro corpo sono state prosciugate la sera prima, saltando e scatenandosi in discoteca, non c’è nulla di meglio che riunirsi a casa di qualcuno e farsi una bella partita a carte. Ma non i soliti giochi: briscola, scopone scientifico, baccarà (io non ho mai capito come si scrive), o sette e mezzo. Il nostro gioco preferito affonda le sue radici in Puglia, e ancora prima oltre i confini nazionali: il burraco. Non è facile spiegare in due righe come si gioca, basti pensare che esiste una Federazione Italiana con tanto di regole, e si fanno pure i tornei. Una partita a burraco tra amici: Leggi il resto »

Come fai a capire che…

… sei una persona al passo con i tempi? Basta verificare se, tra le cose elencate qui di seguito, ne fai almeno sei o sette. Si tratta di una e-mail che gira da un po’ di tempo, l’unica cosa che cambia è l’anno (il titolo originale è “puoi dire di vivere nel 2006 se…” ). La cosa divertente è che chi l’ha scritta, ha saputo effettivamente sintetizzare in pochi punti, un insieme di manie, abitudini e fissazioni del tipico “computer-dipendente” che si vede in giro (o meglio, si vede in rete) negli ultimi tempi. Alzi la mano che non si riconosce in questa descrizione. Come fai a capire che…: Leggi il resto »

La caccia ai comunisti

Mi hanno segnalato un articolo curioso, che ho deciso di aggiungere alle scartoffie nel mio ripostiglio, non si sa mai potesse tornare utile tra qualche mese. Racconta una buffa storia, il cui palcoscenico è la parte più occidentale d’America: la zona di Los Angeles. Mentre in Italia la caccia è contro il “nano pelato” (meglio noto come Silvio Berlusconi), dall’altra parte dell’oceano si ribaltano i ruoli, e a fare da preda sono i professori “troppo comunisti” che si aggirano per gli atenei statunitensi. La caccia ai comunisti: Leggi il resto »

Insalata fredda ai polpi

Il piatto del giorno mi è stato suggerito dai miei amici trentini: nella patria della polenta con il ragù e i funghi, cucinano anche pesci e polpi, incredibile! Scherzi a parte, questa ricetta è tanto semplice quanto gustosa. Ideale nel periodo estivo, rappresenta un’idea stuzzicante anche in questi giorni uggiosi d’inverno. La base è rappresentata da polpi e giardiniera (i sottaceti tagliati fini fini). Per rendere la cosa più raffinata, si può accompagnare ogni porzione con qualche cucchiaio di riso in bianco, condito con un po’ di burro e poco sale. Insalata fredda ai polpi: Leggi il resto »

Un diario per aiutare

Sebbene il primo articolo ufficiale su questo blog sia stato inserito il 29 dicembre 2005, era il 20 dicembre quando iniziavano i lavori di ristrutturazione, progetto dell’aspetto grafico e configurazione delle funzionalità. E così, dopo il primo mese da blogger, posso dare una sintesi di quest’attività, che trovo divertente e utile allo stesso tempo. Già, come accennavo in un altro intervento, Osservando i vicini, da quando mi interesso al mondo dei “diari online” mi è anche venuta la curiosità di guardarmi in giro, per vedere cosa fanno gli altri. Un diario per aiutare: Leggi il resto »

Torna in cima alla pagina