due chiacchiere

Articoli recenti

Diritto di morire in pace

Raramente commento i fatti di cronaca che mi capita di leggere sui giornali, ma la recente sentenza sul famoso “caso Welby” mi porta a fare delle considerazioni sul diritto di costringere una persona a vivere. So bene che si tratta di un terreno particolarmente spinoso, ma per me la soluzione è molto semplice: lasciare che la natura faccia il proprio corso. Non si tratta di ucciderlo volontariamente, ma di impedire l’accanimento terapeutico fine a se stesso: il gusto di far soffrire chi non vorrebbe. Chi non può far altro che stare immobilizzato in un letto d’ospedale. Leggi il resto di Diritto di morire in pace

Chi c’era al Piublog?

Premetto che ho potuto assistere soltanto alla giornata conclusiva del convegno, e per di più solo ad una parte di essa, dovendo poi partire per il “lungo” viaggio che mi avrebbe riportato a casa. E premetto anche che, non essendo un blogger di professione, ho preferito rimanere nel mio cantuccio in disparte e non ho avuto modo di conoscere gli altri partecipanti. Ma sono contento di poter dire “io c’ero” e di aver assistito ad un interessante dibattito sul rapporto tra la legge e chi scrive su internet. Per capire quali rischi si corrono e come tutelarsi. Leggi il resto di Chi c’era al Piublog?

Caro Babbo Natale

Scade oggi un concorso indetto da Blogo.it e Vivi Last minute, che spedisce ben due scrittori dell’era digitale al Polo Nord, alla ricerca di Babbo Natale. Quattro giorni nel gelido clima polare, in giro tra le bianche distese di neve, per capire se quest’uomo millenario, dalla folta barba candida, esiste sul serio. Come fare per partecipare? Molto semplice: basta scrivere la letterina più spiritosa e divertente, ad insindacabile giudizio dei lettori e della giuria. Non è facile, ed ho visto già in giro partecipanti con alta probabilità di vincere. Ma voglio provarci anch’io. Leggi il resto di Caro Babbo Natale

Nessun italiano a Parigi

Non voglio fare paragoni con gli autori che si sono incontrati a Roma negli scorsi giorni per il PiuBlog, o con il più nutrito stuolo di “digitatori folli” che hanno dato vita al BarCamp di Torino. Però a guardare i partner che sponsorizzano l’evento francese LeWeb 3, in corso da ieri a Parigi, viene da chiedersi perché noi italiani dobbiamo sempre rimanere indietro. La domanda diventa poi quasi obbligatoria quando, sbirciando la lista degli interventi, non si riesce a trovare una società oppure un ente italiano chiamato a prendere parte al dibattito. L’Europa corre, e noi stiamo sempre alla finestra a guardare. Leggi il resto di Nessun italiano a Parigi

Coda alla vaccinara

Altro fine settimana fuori porta, quello appena trascorso. Le orde di parenti reclamano di avere un “pezzetto” (per fortuna non in senso materiale) dei novelli sposi, e così ne approfittiamo per delle escursioni in giro per l’Italia. L’occasione, in questo caso era doppia: oltre a dover andare a Roma per le cose “utili” ne ho approfittato per fare il dilettevole, partecipando alla giornata conclusiva di PiùBlog, manifestazione che si teneva all’interno di Più libri, più liberi: fiera dei piccoli e medi editori. Di quest’ultima cosa mi riprometto di parlare dettagliatamente fra qualche giorno, giusto il tempo di raccogliere le idee. Ora vorrei raccontarti della serata a Trastevere. Leggi il resto di Coda alla vaccinara

Dove vuoi andare dopo?

Qualche anno fa, un geniale gruppo di ricerca e marketing della Microsoft inventò la frase “dove vuoi andare domani?” che tutti hanno avuto modo di storpiare a proprio piacimento, per motivi polemici o semplicemente informativi. Il servizio che ho aggiunto a queste pagine, in un certo senso riprende quella frase: ti consente di vedere in anteprima la pagina sulla quale finirai cliccando i collegamenti esterni, quelli che escono dal mio blog. Che si riconoscono dalla piccola iconcina che li precede, e che nella descrizione riportano la dicitura “link esterno” . Basta sfiorarli con il mouse ed una finestrella di dialogo apparirà magicamente. Leggi il resto di Dove vuoi andare dopo?

Barcamp o campbas?

Mentre orde di famelici scrittori di diari online si incontravano in occasione dell’ultimo (in ordine di tempo) evento mediatico, negli stessi momenti io ero praticamente dall’altra parte dello Stivale, disperso al confine tra tre regioni. Se solo l’incontro si fosse chiamato BasCamp (invece che barCamp), il gioco di parole mi sarebbe riuscito ancora meglio, ma non si può mica avere tutto dalla vita. Fatto sta che, al contrario di chi si perdeva nei meandri di una rete informatica senza fili, io e consorte ci perdevamo in una rete di viuzze sterrate di montagna, nel punto di confine tra Campania, Puglia e Molise. Leggi il resto di Barcamp o campbas?

Diario aperto, ma non troppo

Qualche giorno fa su Punto Informatico è stato ufficialmente annunciato il lancio di una nuova iniziativa mirata a censire (ancora?) il mondo dei blogger. Secondo gli organizzatori siamo in “buone mani” proprio perché a garanzia della bontà della ricerca ci sarebbero nomi altisonanti: SWG, Punto Informatico, l’Università di Trieste e la piattaforma Splinder. Peccato che il sito, veicolo principale dei messaggi tra il popolo della rete ed i promotori, sia pieno di errori veniali che, all’occhio inesperto, sminuiscono l’importanza dell’evento stesso. Leggi il resto di Diario aperto, ma non troppo

Torna in cima alla pagina