due chiacchiere

Articoli recenti, pagina 259

Il laureato ritorna e colpisce

Dopo circa trent’anni, si torna sulla trama del mitico film con Dustin Hoffman, che ne Il laureato ha interpretato un personaggio che, all’epoca ha fatto abbastanza scalpore. Ma non è di quel film che voglio occuparmi in questo intervento: è uscito di recente Vizi di famiglia, che da quella storia riprende un po’ il filone. Rivista in chiave moderna, la trama vuole far riflettere sul senso del matrimonio, visto non tanto con la simbologia religiosa, ma piuttosto come un simbolo alla cui base c’è un legame forte, che neppure una scappatella può minare. Il laureato ritorna e colpisce: Leggi il resto »

La strada che non esiste

Qualche giorno fa, comodamente spaparanzati sul divano, abbiamo guardato il film “Interstate 60” , uscito nel 2002 e ora disponibile in DVD. Certo non è stato un titolo che è rimasto nella storia del cinema, come possono essere stati altri colossal più blasonati. Ma nel suo piccolo, la trama sconclusionata porta a riflettere. Ricorda un po’ “Sliding Doors” nell’impostazione del tema, ma si differenzia per il modo in cui lo affronta. La strada che non esiste: Leggi il resto »

Evviva il Trentino

Per riprendermi dalle quotidiane fatiche lavorative, ho approfittato dell’ospitalità di due miei amici che abitano in Trentino Alto Adige, per un fine settimana all’insegna del riposo, dell’aria buona, delle escursioni in mezzo alla neve. Come tutte le cose piacevoli, la gita “fuori porta” è volata via in un lampo. Ma da buon “cliente affezionato” di questa regione, non posso che confermare la mia assoluta idea positiva che ho di questi posti. Evviva il Trentino: Leggi il resto »

Einstein e il suo barbiere

(dal sito Cicap) Ti capita mai di scervellarti su piccoli enigmi della vita quotidiana senza venirne a capo? Ti chiedi perchè il mare è blu? O perchè gli uccelli non restano fulminati sui fili dell’elettricità? E nel caso ti trovassi in un ascensore che sta precipitando, se riuscirai a saltar fuori all’ultimo e salvarti? E come mai una frusta deve produrre proprio quel particolare schiocco? I “come?” e i “perchè?” non sono patrimonio esclusivo dei ragazzi e la curiosità scientifica non ha età. Così come non ce l’ha la gioia del capire nel momento in cui ci vengono spiegate le cose con semplicità. Einstein e il suo barbiere: Leggi il resto »

Le foto dimenticate

Facendo un giro nel ripostiglio virtuale del mio pc, ho trovato un bel po’ di foto, scattate e raccolte con meticolosità durante miei viaggi passati, o semplicemente in terrazza, per immortalare le mie piante ed altri dettagli. E così, anche seguendo la moda del momento, ho aperto un account su Flickr.com, dove pian piano pubblicherò quelle che ritengo di poter condividere. Con la speranza che magari possano essere utili a qualcuno! Le foto dimenticate: Leggi il resto »

Chi si è mangiato il 419?

Credo che anche tu, come me, abbia avuto già la spiacevole esperienza di ricevere in email lettere di sedicenti avvocati africani che devono darti milioni di dollari, in seguito alla morte di un loro ricco assistito. Ti chiedono di metterti in contatto al più presto, per sbrigare tutte le pratiche del caso. Alla fine, il giochetto si rivela una truffa bella e buona, e si rischia di rimanere con un pugno di mosche in mano. Ma ora qualcuno ha pensato di divertirsi alle spalle di questi loschi figuri, rivoltando i ruoli del “gioco”. Chi si è mangiato il 419?: Leggi il resto »

Rendere la vita piccante

Ci sono tanti modi per dare un tocco particolare alle proprie giornate: basta una sciarpa diversa, un profumo mai provato prima, il rossetto di un colore nuovo. Ma il modo più “letterale” di rendere piccante una cosa è quello di aggiungervi un goccio di olio aromatizzato al peperoncino. Ecco la mia personale ricetta per prepararlo, sperimentata e perfezionata in anni di onorato servizio. La materia prima, poi, sarebbe ideale coltivarsela in casa, come faccio io. Rendere la vita piccante: Leggi il resto »

Osservando i vicini

I titoli degli articoli, si capisce, mi piace sceglierli un po’ provocatori, ad effetto. In questo caso, ad esempio, non voglio confessare le mie presunte manie di spione pervertito. Anche perché dove abito io c’è poco da osservare. Piuttosto, torno da un giretto in centro, ma dal centro virtuale di “Blogolandia”, il paese dove ognuno pubblica i propri pensieri. Volevo trarre qualche spunto per migliorare l’usabilità di questo spazio, e qualcosa ho trovato. Osservando i vicini: Leggi il resto »

Torna in cima alla pagina