due chiacchiere

Archivio degli articoli in cucina, pagina 2

La pizza si cuoce nel barbecue

Con questo caldo non c’è nulla di meglio che invitare una manciata di amici a passare una domenica pomeriggio in allegria, tra uno stuzzichino e qualche chiacchiera. E così mentre grigliavo qualche hamburger sul mio fido barbecue della Weber, dicevo quanto mi piacerebbe poter avere un forno a legna dove poter cuocere una pizza come si deve. Già, perché se c’è una cosa che mi manca dell’Italia è il sapore indescrivibile delle pizze cotte a legna. Qui la maggioranza delle pizzerie hanno il forno elettrico, e trovarne una che usi quello a legna è più difficile che trovare il proverbiale ago nel pagliaio. Così uno dei commensali mi ha fatto notare che esistono delle piastre che consentono di trasformare il barbecue in un (quasi) forno per pizze. L’ho ordinata il giorno dopo e l’abbiamo provata lo scorso fine settimana. Devo dire che siamo rimasti positivamente colpiti dal risultato finale (forse anche merito della mia ricetta collaudata?), e dalla semplicità d’uso. Finalmente una pizza come Dio comanda, fatta in casa. La pizza si cuoce nel barbecue: Leggi il resto »

Zeppole allo yogurt

E così zitta zitta l’estate è ufficialmente arrivata da qualche settimana. Ho quasi la sensazione che soltanto la scorsa settimana abbiamo stappato le bottiglie di spumante per brindare all’anno nuovo, ed invece siamo già a metà del guado. Leggo che in Italia quest’anno il caldo non vi sta dando tregua. Per rendere il veloce passar del tempo un po’ più dolce, oggi ti propongo una ricetta che qui è molto popolare ai mercatini ed alle sagre organizzate dai comuni in concomitanza della chiusura delle scuole, le zeppole (o zeppoli, come dicono qui). Nei decenni, la preparazione di questi dolcetti sfiziosi è stata adattata ai gusti americani, ed avvicinata a quella delle ciambelle tanto amate da Homer Simpson, i donut. Nell’immaginario culturale del Paese a stelle e strisce sono considerati il dolce per eccellenza da vendere alle fiere di paese. Forse perché era quello che facevano gli italiani emigrati in America quando esportavano queste tradizioni. Zeppole allo yogurt: Leggi il resto »

Portafogli di pollo con prosciutto e formaggio

La fine dell’anno scolastico segna, per molti, il passaggio alla modalità estate. Dopo due lunghi anni di pandemia ed isolamento sociale, finalmente potremo ricominciare ad andar al mare a rilassarsi con amici e parenti. Con il desiderio di poter finalmente staccare la spina per qualche giorno, nessuno vuole mettersi ai fornelli a preparare pasti complicati, che poi diventano anche faticosi da digerire. Eccoti allora una ricetta succulenta e gustosa da preparare in pochi minuti, che richiede solo una manciata di ingredienti semplici ed una padella o una friggitrice ad aria. Ideale per quando hai un gruppo di amici a cena e vuoi presentare qualcosa diverso dal solito, in grado di farti fare bella figura con pochissimo sforzo. Portafogli di pollo con prosciutto e formaggio: Leggi il resto »

Un piatto unico per un pranzo all’aria aperta

Oramai l’estate è alle porte, ed il vento tiepido che soffia per le città invita a prendersi una pausa dal costante martellamento di notizie negative a cui siamo tutti sottoposti quotidianamente. Magari organizzando una scampagnata con gli amici fuori porta, a respirare un po’ d’aria buona mentre si tirano due calci al pallone o si rincorrono i propri marmocchi sempre pieni d’energia. Per un’occasione del genere è bene avere a portata di mano una ricetta facile, un piatto unico che non richiede millemila forchette, coltelli e via dicendo, una pietanza che può tranquillamente essere gustata stando seduti sul prato a guardare le nuvole che corrono rapide all’orizzonte. Un piatto unico per un pranzo all’aria aperta: Leggi il resto »

Hamburger di tonno in padella

Qualche settimana fa ho accennato alla dieta che Sunshine ed io abbiamo scoperto nel lontano 2015, e che adesso stiamo seguendo in vista della bella stagione. Già sia io che la moglie abbiamo perso quei chiletti di troppo che s’erano accumulati durante l’inverno, grazie alla possibilità di fare una passeggiata serale dopo cena intorno per le viuzze del paesino dove abitiamo. Come forse ricorderai, si tratta di una dieta ad eliminazione, in cui carboidrati, zuccheri e latticini sono banditi per 30 giorni. Immagino come tali restrizioni possano sembrare, almeno per i neofiti italiani, una montagna insormontabile: basta guardarsi intorno per trovare un po’ di zucchero ovunque. Per fortuna gli ideatori di questa dieta hanno pubblicato un libro pieno di ricette conformi ai loro dettami. L’altra sera, ad esempio, Sunshine ha preparato quattro hamburger di tonno: succulenti, gustosi e sfiziosi, specialmente quando fa caldo e si vuole arrostire qualcosa alla griglia. Hamburger di tonno in padella: Leggi il resto »

Biscottini per il te delle cinque

Sai quando a volte apri lo sportello della credenza alla ricerca di un dolcetto sfizioso ma non troppo impegnativo? E non hai voglia di prepare teglie e teglie di biscotti perché l’estate è oramai alle porte e non vuoi crearti una tentazione per sgarrare? Ecco, la ricetta che ti propongo oggi è quello che fa al caso tuo, visto che è misurata per preparare esattamente quattro biscotti, da poter accompagnare al te pomeridiano che sorseggi mentre la brezza della primavera ti accarezza i capelli in veranda. In America li chiamano biscotti snickerdoodle: morbidi, leggermente gommosi, gustosi ma non troppo dolci, ricoperti da un invitante velo di cannella e zucchero che riscalda il cuore. E la parte migliore è che si preparano in una mezz’oretta. Biscottini per il te delle cinque: Leggi il resto »

Cosa mangiavano gli antichi romani?

Per l’appuntamento culinario di oggi vesto i panni di un piccolo aiutante di Piero Angela, per condividere alcune curiosità di cui leggevo qualche settimana fa sull’alimentazione dei nostri antenati. Grazie alle abbondanti testimonianze preservate in vari manoscritti e scoperte fatte dagli archeologi, oggi è abbastanza facile decifrare quale fosse la tipica dieta degli antichi romani. Nell’immaginario collettivo pensiamo sempre all’imperatore sdraiato sul suo lettino a fagocitare chicchi d’uva mentre davanti a lui giullari di ogni specie si cimentano in acrobazie varie, o regnanti provenienti da terre lontane portano doni suntuosi accerchiati da folti gruppi di seguaci e spettatori. Ma non bisogna dimenticare che l’impero durò per circa mille anni e che l’arco della storia romana abbracciò un’enorme gamma culinaria. Le descrizioni culinarie che leggiamo in opere come il Satiricon di Petronio ed i libri di Plinio il Vecchio sono supportate da prove tangibili associate ai resti di cibo rinvenuti e alle latrine scavate dagli archeologi. Ad Ercolano e Pompei, ad esempio, sono stati rinvenuti i reperti più attendibili, preservati quasi intatti dopo l’eruzione del Vesuvio del 79 dopo Cristo, che ci aiutano anche a capire come riuscissero a conservare i loro alimenti quando ancora i frigoriferi non erano stati inventati. Cosa mangiavano gli antichi romani?: Leggi il resto »

Pasquale Sciarappa, un pugliese in America

Dato che ieri ti ho parlato di un italiano che ha fatto successo nel Paese a stelle e strisce, oggi vorrei segnalarne un altro che seguo con piacere. Nell’era dell’effimera notorietà che i giovani inseguono sulle piattaforme social come TikTok, che dura giusto il tempo di un breve balletto sculettante, fa piacere vedere che qualcuno riesce ancora a ritagliarsi il suo angolino di popolarità per la genuinità dei contenuti, piuttosto che per le fattezze fisiche messe in bella mostra. È il caso del signor Pasquale Sciarappa, uno chef pugliese emigrato tanti anni fa in un paesino del New Jersey, che ha saputo preservare il legame con la sua terra natia nelle tradizioni che continua a portare avanti in famiglia. Un vero e proprio personaggio come oramai, sfortunatamente, non se ne vedono tanti in giro, con il suo forte accento italiano, i suoi modi di fare semplici ed a tratti rustici, ma sempre veraci e divertenti. Il suo canale YouTube è pieno di ricette, che lui stesso presenta passo passo, dopo aver salutato i suoi spettatori con il suo inconfondibile Hello everybody! Pasquale Sciarappa, un pugliese in America: Leggi il resto »

Torna in cima alla pagina